«

»

Stampa Articolo

Ponte Osa. Ex Presidente Scorzoni: “Manifesta incapacità”

30707618_10216495258036226_5426802349429489664_nVisto l’immobilismo dell’attuale Presidente del VI Municipio, Roberto Romanella, abbiamo contattato un ex minisindaco per capire quali azioni si potrebbero mettere in campo per risolvere da subito la situazione che sta obbligando 100mila cittadini ad un isolamento forzato.

E’ stato presidente di quello che allora si chiamava VIII Municipio nel 2006. Eletto in quota Pd, Fabrizio Scorzoni è stato poi consigliere di opposizione nella consiliatura che nel 2008 fu guidata da Massimiliano Lorenzotti.

Sul Ponte Osa si dice “basito” per quanto sta accadendo e punta il dito contro l’attuale presidente del VI Municipio, Roberto Romanella (M5S) per “manifesta incapacità”.

Il parziale crollo del Ponte Osa e la conseguente chiusura della via Polense rischia di isolare 100mila cittadini che abitano nei quartieri di Castelverde, Osa, Villaggio Prenestino, Corcolle, Fosso San Giuliano.

30729125_10216495260916298_3767073213540990976_nDal 5 aprile, giorno del crollo, l’Amministrazione Municipale ha giocato al rimpallo delle responsabilità addossando la colpa al SIMU che nella commissione capitolina del 19 aprile ha però risposto che “siamo tecnici, non dovete chiederci che cosa fare ma dovete dirci cosa fare”. Tanto che dopo pochissime ore dal crollo, sul ponticello dell’Osa appariva un cartello con scritto “SIMU dove sei?”, come se i cittadini sapessero cosa sia il SIMU!

Difficile credere che una protesta spontanea punti il dito sul Dipartimento Sviluppo Infrastrutture e Manutenzione Urbana – Centrale Unica Lavori pubblici, piuttosto che contro chi amministra la Città e il Municipio. E’ come se un tifoso di calcio, dopo una sconfitta, anziché prendersela con l’allenatore o i giocatori se la  prendesse con i preparatori atletici!

Per ora l’Amministrazione si è limitata a bonificare la parte sottostante del ponte dalla vegetazione, ad indire una commissione capitolina, da cui è emerso che si prevedono 4 mesi per il ripristino della viabilità, e poi alcuni post e video sui social network. C’è da dire, inoltre, che all’assemblea dei comitati presso l’aula civica di Castelverde del 13 aprile un tecnico di una municipalizzata, dipendente di Roma Città Metropolitana, ha dichiarato che “il Municipio sapeva da un anno e mezzo che il ponte sarebbe crollato.  Abbiamo fatto più sopralluoghi sul fosso”.

Gravi ritardi anche nell’istallazione della segnaletica stradale. Se non si è a conoscenza della situazione per vie proprie, i cittadini, ignari, arrivano sul ponte trovando la strada chiusa, visto che mancano i cartelli stradali che avvisano del blocco. E’ datata solo 18 aprile la determina dirigenziale, firmata dal Comandante della Polizia di Roma Capitale Stefano Napoli, che autorizza l’istallazione dei segnali. Ancora però della segnaletica non si vede l’ombra.

Da 23 giorni quindi i cittadini del Versante Prenestino sono isolati e impiegano anche per brevi tragitti ore e ore di traffico: con la chiusura della Polense, le uniche strade disponibili restano via Massa San Giuliano a Castelverde, via di Lunghezzina e via Fosso dell’Osa a Villaggio Prenestino.

Per non parlare dei commercianti di Osa che da 23 giorni sono stati messi in ginocchio: il benzinaio apre a giorni alterni, il bar lavora grazie a poche consumazioni dei vicini negozianti, il barbiere riceve di continuo telefonate di disdetta degli appuntamenti a causa del traffico, la Caccia e Pesca in una settimana ha incassato 20 Euro.

scorzoniA fare chiarezza sugli strumenti a disposizione del Presidente del Municipio  è l’ex minisindaco Fabrizio Scorzoni: “Questa situazione si potrebbe sbloccare immediatamente se il VI Municipio facesse la richiesta di una somma urgenza. Quel ponticello ha tre volte e solo una è danneggiata, quindi come Presidente io manderei in sopralluogo dei tecnici e procederei alla riapertura della strada, in via provvisoria, della restante parte, mettendo un senso unico alternato. Non si possono isolare 100mila persone per 20 giorni. I cittadini dovrebbero denunciare l’amministrazione per manifesta incapacità. Un presidente, che si dica tale, avrebbe anche cercato di aiutare i commercianti di Osa aprendo un capitolo sul conto di Roma con la richiesta di rimborsi per i danni che questa situazione sta arrecando alle attività commerciali della Polense. Per la segnaletica avrei battuto i pugni sul tavolo e in tono poco amichevole intimato il Comandante della Polizia Locale ad apporre la segnaletica in modo repentino. C’è da dire che se fosse stata attivata la somma urgenza la segnaletica sarebbe stata messa di ufficio con quei soldi. A livello amministrativo avrei presentato un atto in Aula, mi sembra che la maggioranza municipale non lo abbia fatto. E non dicano che non hanno le competenze perché non ce l’hanno nemmeno per lo stabilimento di Rocca Cencia eppure hanno votato un atto che ne chiede la chiusura entro il 2019. A livello politico poi, come Presidente, avrei indetto una conferenza stampa, invitando tutti i giornali e le televisioni, mi sarei presentato personalmente sul Ponte e, insieme alla cittadinanza, avrei organizzato io una manifestazione. Avrei minacciato il Sindaco di dimissioni se non si fosse subito attivato. Il vero problema è che manca la cittadinanza. Quando ero presidente io ricordo che c’era stato un ritardo di una settimana per il trasporto scolastico e 150 mamme si presentarono in Municipio. La situazione venne immediatamente sbloccata”.

Purtroppo, la Presidente della Commissione Lavori Pubblici di Roma Capitale, Alessandra Agnello, ha definito la somma urgenza “una parolaccia”. Quindi, questa opzione è da escludersi. Intanto i comitati hanno indetto un’assemblea per il 23 aprile alle ore 18.30 sul Ponte, lato di Rocca Cencia. Qualcosa si sta muovendo, lentamente ma si sta muovendo. Federica Graziani

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/ponte-osa-ex-presidente-scorzoni-manifesta-incapacita/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.