«

»

Stampa Articolo

Ponte di Nona. Appartamenti privati in barba all’asilo

palazzine pdnAl piano terra dello stabile in via Don Primo Mazzolari angolo via Candia, in cui si ergono le case in convenzione con il Comune, sono in fase di realizzazione degli appartamenti privati. La passata Giunta municipale aveva dato parere favorevole invece per un asilo. Chi acquisterà ora queste abitazioni?

A Ponte di Nona, in via Don Primo Mazzolari, angolo via Candia, al piano terra della palazzina di edilizia agevolata, si stanno realizzando una serie di appartamenti privati. Tutto nella regola: a rilasciare il permesso di costruire a Saicos s.r.l. e Aguglia 2010 s.a.s il Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica con permesso n. 246, Protocollo 100047 del 30/06/2014 Istanza 120066149. Si concede quindi il “permesso di costruire  per ristrutturazione per l’esecuzione dei lavori di cambio d’uso da non residenziale a residenziale sull’immobile in Roma Località Ponte di Nona Comparto C/6”. La palazzina in oggetto è di proprietà di Giancarlo Proietti Sette, responsabile della società Aguglia s.a.s., che ha concesso al Comune, tramite la convezione di edilizia agevolata, la palazzina con l’accordo di tenere per sé una parte dello stabile, il piano terra appunto, per realizzare locali C1 (commerciali ndr). La società il 28/10/2014 ha chiesto e ottenuto il cambio di destinazione d’uso  per realizzare invece appartamenti privati. Una procedura corretta e trasparente. Nella scorsa amministrazione, in cui era Presidente del Municipio Massimiliano Lorenzotti, venne presentato dalla Cooperativa Sociale Latte e Biscotti un progetto alla Giunta municipale per chiedere l’assegnazione dei locali per realizzare un asilo nido. In data 10/11/2010 la stessa Giunta diede parere positivo (decisione n. 137). Nel progetto presentato dalla Cooperativa si legge: “Abbiamo individuato dei locali commerciali ricadenti in via Don Primo Mazzolari incrocio via Marcello Candia, tali locali sono di proprietà comunale e sono sfitti e abbandonati da più di 25 anni. Ci siamo recati al III Dipartimento al fine di verificare se i locali fossero disponibili e/o vi fossero richieste, l’ufficio di competenza ci comunica che in 25 anni nessuno ha mai fatto né richieste né domande per rilevarli. Il nostro progetto prevede l’apertura di un asilo nido/scuola materna, che richiederà convenzione comunale”. Probabilmente, all’epoca del parere positivo della Giunta Lorenzotti, che ricordiamo non è vincolante visto che solo il Consiglio può deliberare, non essendo ancora in vigore il nuovo regolamento del Piano Casa,  il proprietario era in attesa di un utilizzo più proficuo di quei locali. Con l’atto approvato dalla Giunta regionale Polverini, le cose sono cambiate: visti i 25 anni di non utilizzo da parte del Comune, il proprietario avrà pensato bene di riappropriarsene per ottenere un vantaggio economico. Ci chiediamo che fine abbia fatto la convenzione dei locali e come mai il Comune si sia fatto sfuggire la possibilità di utilizzare quei locali per fini sociali. Soprattutto chi acquisterà gli appartamenti in costruzione vista la loro sfavorevole collocazione? Federica Graziani

 

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/ponte-di-nona-appartamenti-privati-in-barba-allasilo/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.