«

»

Stampa Articolo

Ponte di Nona. Al Punto Verde Qualità arrivano i primi sfratti

20160229_101547Ai gestori arrivano le prime lettere di sfratto frutto della memoria di giunta del 2015 dell’allora sindaco Marino.

Il 31 luglio 2015, l’allora Giunta Marino aveva deliberato che sarebbero tornati in possesso di Roma Capitale 11 Punti Verde Qualità. “Sono infatti – si leggeva nel comunicato stampa – decadute le convenzioni rilasciate ai concessionari, a causa del mancato pagamento delle rate dei mutui che hanno portato a un’esposizione finanziaria del Comune per 121 milioni di euro. I nuovi gestori delle aree verranno individuati tramite bandi pubblici. Con il documento si stabilisce che il Dipartimento Patrimonio, con l’ausilio della polizia locale, rientri in possesso dei Punti Verde. Eventuali occupanti abusivi verranno sgomberati e Risorse per Roma garantirà il personale necessario a presidiare le strutture fino all’individuazione di un nuovo gestore. Inoltre, gli asili presenti in alcuni Punti Verde verranno presi in carico dal Campidoglio e assorbiti nella rete delle strutture comunali”.

I Punti Verde Qualità nacquero dall’idea della Giunta Rutelli del 1995 e avevano lo scopo di “affidare a piccoli imprenditori una determinata zona per dare la possibilità di sviluppare nell’area verde servizi per il quartiere”, aveva spiegato l’allora  sindaco Marino.”Quella che era iniziata come un’eccellente idea – aveva commentato Marino è stata trasformata da un’imprenditoria ladrona in un baratro per la città”.

Secondo tale memoria di giunta quindi il Comune di Roma sta riprendendo possesso di alcuni Punti Verde Qualità. Tra questi c’è quello di Ponte di Nona, in via Don Primo Mazzolari. Il 25 febbraio sono arrivate le prime lettere di sfratto. Ad essere colpita, tra gli altri, la palestra Heaven che il 29 febbraio ha organizzato una sorta di picchetto. “Stiamo chiedendo l’assegnazione – ha riferito il Direttore generale dell’ Heaven Group Elisabetta Canafoglia – noi siamo i gestori. Avevamo ottenuto la gestione dal concessionario nel 2008 che poi è sparito quindi ora non possiamo pagare l’affitto perché fino a quando Roma Capitale non acquisirà in modo ufficiale il Punto Verde non esiste un reale concessionario. Ci siamo recati dai Vigili e ora stiamo aspettando. Voglio sottolineare che qui svolgiamo un importante servizio e questa palestra è una risorsa. Siamo campioni italiani di nuoto sincronizzato tanto per dirne una”.

La lettera di sfratto ha colpito anche la sala slot e i campi sportivi. I Disoccupati VI Municipio, da tempo impegnati nella battaglia per ripristinare la legalità nel Punto Verde Qualità, hanno organizzato per sabato 12 marzo ore 10 una manifestazione che partirà dalla piazza del lotto 5 a via Don Primo Mazzolari per “dire basta alla predazione delle risorse pubbliche da parte di speculatori privati”. Chiedono “l’apertura immediata dell’asilo nido, una struttura mai entrata in funzione, lo sgombero del ‘Bet Venezia’ e la difesa dell’occupazione dei lavoratori della palestra e della piscina”. Federica Graziani

 

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/ponte-di-nona-al-punto-verde-qualita-arrivano-i-primi-sfratti/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.