«

»

Stampa Articolo

Pigneto. Un gelato contro il degrado

Coni solidaliUna bella iniziativa da parte della nota Gelateria del Pigneto: un gesto semplice, per gli altri e per se stessi.

Via Pesaro, a due passi dalle sale spente del Nuovo Cinema Aquila: una via tranquilla, un po’ diversa dalle stradine adiacenti. Più curata. Una delle tante strade del quartiere Pigneto, che, nonostante tutto, conserva ancora qualcosa del fascino della Roma di qualche decennio fa.

Qualcosa sopravvive, qualcuno che lotta c’è eccome. Perché darla vinta allo spaccio e al degrado significherebbe rinunciare alla propria dignità di cittadini. E allora qualcosa si fa, e spesso è qualcosa di bello. Come nel caso di via Pesaro, o meglio, della Gelateria del Pigneto, situata al civico 11.

Qui si offre, si condivide, si coinvolge. E solo con un gelato, da regalare ai bambini di passaggio, che ancora giocano lungo la via. Chi vuole lascia qualche moneta, spesso qualcuno lascia delle banconote, da destinare a un bambino, due bambini o, magari, a chi non può permettersi nemmeno questo piccolo lusso. Piccolo quanto questo gesto di solidarietà. Piccolo eppure, in contesti come questo, davvero importante. Perché, come spiega Filippo Ruggeri, proprietario della gelateria, “la battaglia contro il degrado si vince riconquistando le strade”. E per riconquistare le strade bisogna coinvolgere le persone, coloro che il quartiere lo vivono da anni, e coloro che vi stanno trascorrendo la propria infanzia, magari la propria adolescenza.

Il gelato solidale è questo: un piccolo gesto di cortesia dei passanti ai passanti successivi. “L’iniziativa è stata accolta positivamente – spiega ancora Filippo – e funziona. Chiunque voglia, può lasciare un’offerta per un gelato: ne riceviamo da 10 o 20 euro, o da 50 centesimi, ma non è importante quanto si lascia. La cosa fondamentale è tentare di ricreare quella comunità che io trovai 11 anni fa, quando aprii la gelateria, e vedevo i bambini che giocavano e le persone anziane che passeggiavano lungo la via. Un piccolo gesto come questo, magari, può alleggerire la spesa di alcune famiglie: vengono bambini con pesanti disagi familiari, ma è successo che anche i loro genitori abbiano comunque partecipato a questa iniziativa”.

Un’iniziativa che non è certo l’unica: attraverso il blog di “Pigneto Vivo”, infatti, le proposte arrivano numerose, per “nutrire e ripopolare le strade del quartiere”.

“Il nostro quartiere – racconta Filippo – è come un piccolo paese, dove tutti o quasi si conoscono. Per questo cerchiamo, attraverso questi piccoli gesti, di ricreare un senso di appartenenza. Ovviamente, l’opera di riqualificazione non può prescindere da un lavoro coordinato assieme alle Forze dell’Ordine per contrastare lo spaccio preponderante in questa zona. Stiamo invitando i cittadini a scrivere lettere personali all’amministrazione, per richiamare l’attenzione sulle problematiche del quartiere, cercando di operare percorsi di riqualificazione territoriale insieme agli organi competenti”.

Una battaglia alla quale Filippo non è nuovo, dal momento che, lo scorso aprile, la sua gelateria giunse agli onori delle cronache per un dispetto subito, attuato da qualcuno che, evidentemente, riteneva dannosa la lotta sua e di altri cittadini come lui: “Io, nel mio piccolo, cerco di mantenere dignitosa via Pesaro, curando le piante nei pressi della mia gelateria e piantandone di nuove. Questo nonostante il 20 aprile subii il taglio di una vite che piantai io stesso 20 anni fa, solo per dispetto”. Questo non gli ha però impedito di proseguire verso un obiettivo che, in fondo, ci accomuna un po’ tutti: migliorare le nostre periferie attraverso gesti semplici. Che sia la riqualificazione di una piazza o, semplicemente, un gelato offerto a un bambino.

Damiano Mattana

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/pigneto-un-gelato-contro-il-degrado/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.