«

»

Stampa Articolo

Parco La Borghesiana, storia di un fallimento

parco la borghesiana 1Il crack della Dima Costruzioni ha impedito l’ultimazione del comprensorio residenziale e il parco annesso è rimasto chiuso. Tanti gli ex acquirenti che devono ancora recuperare i soldi.

Doveva essere il gioiello del territorio, un complesso residenziale con annesso verde pubblico a ridosso di Castelverde, Osa e Villaggio Prenestino. E’ rimasta invece un’opera incompiuta, che ha lasciato solo rabbia e delusione. Parliamo del Parco La Borghesiana, il comprensorio sito in via Polense progettato ed edificato a metà da una delle società dell’immobiliarista molisano Raffaele Di Mario.  Un sogno tramutatosi nel peggiore incubo per decine di famiglie: il fallimento dell’ex “re del Raccordo Anulare” ha impedito a molti degli acquirenti di prendere possesso delle case per cui avevano già versato caparre e accordato mutui trentennali. Siamo nel 2011. Ad oggi decine di ex acquirenti devono ancora recuperare i soldi spesi. E’ intervenuto il curatore fallimentare, la causa va avanti da anni ma pare non ci siano i fondi per rimborsare tutti. Alcuni degli immobili rimasti vuoti sono stati poi occupati e il comprensorio vede oggi una difficile convivenza tra abusivi e acquirenti insoddisfatti. L’illuminazione stradale è stata installata solamente lo scorso anno e ancora non copre l’intera area, mentre il parco annesso parco è ormai una paludosa sterpaglia, piena di insetti, serpenti e topi.

Da progetto il parco venne realizzato da Di Mario come opera compensativa e una volta ultimato sarebbe dovuto essere ceduto al Comune, che dal momento del crack della Dima Costruzioni ne risulta creditore privilegiato. Nonostante si trattasse quindi di una sua proprietà, il Comune non se n’è mai occupato, permettendo il proliferare dello stato d’abbandono in cui versa oggi. I cittadini, soprattutto in passato, hanno chiesto più volte l’apertura del parco, senza però ottenere alcun risultato. “Abbiamo provato più volte a vedere cosa si potesse fare – spiega il Presidente della Commissione Lavori Pubblici Dario Nanni – il problema è che sull’area è stato posto il sequestro e finché non verrà dissequestrata non c’è possibilità di intervento”. Sulla stessa linea d’onda il Presidente del Comitato di quartiere Castelverde Dino Landi:” Del Parco La Borghesiana se ne occupa il curatore fallimentare, noi come cittadini abbiamo le mani legate”. Al momento pare non ci siano spiragli per il Parco La Borghesiana: doveva essere il gioiello del territorio, trasformatosi invece nell’ennesimo spazio degradato e abbandonato. Matteo Muoio

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/parco-la-borghesiana-storia-di-un-fallimento/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.