«

»

Stampa Articolo

Parco Calimera, regna l’incertezza

Parco Calimera (2)Parco Calimera, regna l’incertezzaIn poche settimane il Municipio si è proposto di conoscere affidatari e probabilmente ridestinare lo spazio. Risultato: tutti scontenti, da Arqa a Multiservice, ai residenti che ora rischiano di veder tornare il parco all’antico abbandono. 
Tra luglio e ottobre una serie di eventi hanno interessato le sorti del Parco Calimera in via di Torrenova. E ora che l’amministrazione locale sta andando ad analizzare gli atti di concessione dello spazio e parlando con gli interessati a prenderselo in carico, constatiamo quanto gravemente sia entrata in confusione. Da luglio la ditta privata Multiservice sta curando il parco gratuitamente. Dallo sfalcio dell’erba alla potatura di siepi, dal ricambio dei sacchi per l’immondizia alla pulizia dei tombini. Tuttavia un sopralluogo della Commissione Urbanistica e Ambiente il 1 ottobre ha mostrato vecchi ritardi manutentivi, soprattutto negli impianti elettrici del luogo.
Già da qualche giorno prima ARQA (Associazione Rinnovamento Quartiere Arcacci) aveva chiesto un intervento di derattizzazione sull’area, in virtù del suo ruolo di gestore dei due locali del parco per scopi associazionistici, sulla base di una Convenzione del 2002. E invece la Commissione Urbanistica e Ambiente, dopo l’intervento di Multiservice alla scuola Oscar Romero davanti al parco (via Calimera) il 4 ottobre ha convocato ARQA in Municipio per un incontro a scopo “conoscitivo”. Alcuni residenti dal 4 ottobre già sapevano ora e luogo dell’appuntamento dato ad ARQA dal Municipio, molto prima che la stessa ARQA ne venisse a conoscenza.
La sensazione di molti è stata che l’amministrazione locale, conscia dell’opera risolutiva di Multiservice nella scuola Romero (la manutenzione dovrebbe spettare al Comune) abbia voluto dimostrare la propria presenza imprimendo un’accelerazione verso un futuro affidamento del parco a Multiservice. Dice Casella, Vicepresidente ARQA: “Ci hanno chiesto, da amministratori, le carte che provassero il nostro diritto a stare lì. La nostra convenzione non è stata rinnovata è vero, le carte sono importantissime e lo ammettiamo, ma abbiamo ricevuto in passato il benestare politico in Consiglio da tutte le amministrazioni (Celli, Scorzoni e Lorenzotti, ndr). Sembravano poco interessati invece alla nostra storia come associazioni nel parco”.
Tutto quindi sembrava confermare il vento in poppa per Multiservice (che sta anche raccogliendo firme per poter gestire il parco). E invece anche quest’impresa si dichiara delusa dagli eventi. “Attualmente i miei operai – dice il responsabile Alessandro Nuccilli – stanno ancora pulendo lo spazio verde giornalmente. Ma io sto pagando tutto di tasca mia sperando che prima o poi un aiuto arrivi. Non parlo tanto dell’Amministrazione, parlo anche di una “colletta” tra genitori e famiglie, una cifra irrisoria per mantenere pulito. Di questo passo a fine mese non avrò più soldi per pagare i miei operai, a quel punto il servizio terminerà”. Quindi tutti scontenti.
A confermare la confusione che regna in Municipio Pasquale Gidaro, Presidente Commissione Urbanistica e Ambiente: “La situazione è nebulosa, non è assolutamente definita. Le carte che abbiamo trovato su ARQA non sono ancora tutte, stiamo recuperando gli atti. Chiariamo che nessuno vuole togliere i locali alle associazioni. Verificheremo prossimamente quale sia la gestione migliore da fare”. Il Municipio fa bene a effettuare tutti i controlli del caso su atti e convenzioni, ma dovrebbe ripristinare trasparenza e funzionalità su tutti gli spazi verdi pubblici e non solo su questo. La soluzione migliore sarebbe sottoporre Parco Calimera a un bando pubblico di affidamento, a cui certamente parteciperebbero sia ARQA che Multiservice. Ma la gara va fatta in fretta, prima che tutto torni al caro e vecchio stato di abbandono.
Manuel Manchi
 

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/parco-calimera-regna-lincertezza/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.