«

»

Stampa Articolo

Parco Calimera andrà a bando, ma quando?

Parco Calimera internoL’indirizzo dato dal Municipio è chiaro: chiederà al Comune una gara congiunta per l’affidamento dell’intero spazio. Ma dopo settimane di commissioni febbrili ora l’interessamento dell’Amministrazione sembra scemare.

Il 16 ottobre il VI Municipio, nella persona del Presidente Marco Scipioni, ha deciso di lasciare il parco Calimera – in via di Torrenova – nelle condizioni attuali, condizioni che non soddisfano la cittadinanza. Lo spazio verde è a oggi privo di un’incaricata ditta di manutenzione che possa assolvere le più elementari operazioni di pulitura: dal cambio dei sacchetti dell’immondizia alla pulizia delle caditoie, dallo sfalcio dell’erba alla potatura degli alberi. Nelle scorse settimane l’Amministrazione locale si è interessata delle sorti del parco. Tramite la Commissione Urbanistica e Ambiente di Gidaro ha effettuato un sopralluogo (1 ottobre) e poi il 9 ottobre ha convocato l’ARQA (Associazione Rinnovamento Quartiere Arcacci), in virtù del ruolo di gestore de facto dei due locali all’interno del parco e – in virtù di una convenzione del 2002 – affidataria delle opere basilari di manutenzione del verde.

Poi il 16 il colloquio diretto dell’Assocazione con la Presidenza del Municipio. Queste le parole del Vicepresidente ARQA, Emanuele Casella: “Scipioni ha dato il suo sostegno più che altro alla nostra storia associazionistica e al progetto “Parco Vivo”, appoggiato anche dalle amministrazioni precedenti. Ha paventato infine l’idea di assegnare definitivamente il luogo tramite un bando pubblico”. La domanda da porsi resta: quando questo bando pubblico? Questo rallentamento burocratico sembrava non esistere quando tra settembre e ottobre la Commissione Ambiente dibatteva accesamente sulle sorti del Parco Calimera. Ora è dovuto ad un problema di competenze sugli spazi. A spiegarcelo Giuseppe Sardone, membro della Commissione Urbanistica e Ambiente: “Attualmente manca una definizione del rapporto tra ente gestore e associazione. In questo caso gli enti gestori sono due: da una parte il Patrimonio del Municipio che detiene i due locali del parco gestiti da ARQA, dall’altra il Dipartimento Politiche di Riqualificazione delle Periferie per il verde. Bisogna in quel luogo come in tutti quelli del Municipio ripristinare un’assoluta legalità, attualmente ad ARQA mancano le carte per rivendicare il pieno diritto su Calimera”.

Dunque la frenata dipende da un intoppo amministrativo. L’unico modo per uscirne sarà “coordinarsi con il Dipartimento Riqualificazione delle Periferie e indire come Municipio un bando di affidamento pubblico sia sui locali sia su tutto il resto”, continua Sardone. Il VI si è impegnato a chiedere informazioni al Comune così da abbreviare il più possibile l’iter amministrativo. Intanto nei prossimi mesi non resta che affidare le cure del parco a chi saltuariamente si accollerà le spese delle pulizie in maniera assolutamente privata.

Manuel Manchi

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/parco-calimera-andra-a-bando-ma-quando/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.