«

»

Stampa Articolo

Nuova Ponte di Nona, arrivano gli agricoltori al Parco di via Gastinelli

gastinelli-2L’unica area individuata in VI Municipio che diventerà un parco – campagna è quella del parco sito in via Gastinelli.

Il 24 maggio il Campidoglio ha firmato un protocollo di collaborazione con la Coldiretti “per la tutela e la conservazione delle aree verdi della Capitale”.
Un progetto sperimentale che ha lo scopo di fronteggiare la carenza di giardinieri a Roma, ce ne sono attualmente solo 150 impegnati per tutta la città e la gara di appalto per il servizio giardini sarà evasa a luglio.
Il Campidoglio corre quindi ai ripari e per le aree considerate agricole opta per l’utilizzo delle pecore. L’Assessore all’Ambiente di Roma Capitale Pinuccia Montanari commenta: “Con questa collaborazione vogliamo ricostruire un rapporto virtuoso tra città e campagna, tra spazi verdi e aree costruite. Roma non è solo la Capitale più verde d’Europa con i suoi oltre 340 milioni di metri quadri di verde e 1.826 aree verdi di varie tipologie, è anche il più grande comune agricolo d’Italia ed è tra i primi in Europa. Circa il 40% della sua superficie ha una destinazione agricola. Vogliamo rilanciare anche la vocazione agricola di Roma con l’avvio di progetti sperimentali ed innovativi ispirati alla conservazione della biodiversità, alla tutela del paesaggio, all’interazione tra le diverse componenti dell’ecosistema, alla valorizzazione dei prodotti tipici e locali. Tra i progetti già individuati, quelli relativi all’ecopascolo e altre metodologie ecologiche di gestione del territorio sviluppate in sinergia con il mondo agricolo. Si tratta di iniziative che non sono una novità e non sostituiscono il Servizio Giardini. Nei parchi campagna della Capitale esistono già da anni buone pratiche di ecopascolo. Si tratta di una ricchezza enorme, un unicum che Roma può vantare rispetto ad altre città. Con Coldiretti vogliamo dare sistematicità, nuove prospettive e riconoscimento istituzionale a queste preziose forme di collaborazione”.
Il protocollo con la Coldiretti avrà la durata di due anni e, oltre al progetto sperimentale degli eco-pascoli, ha lo scopo di “promuovere la cultura del rispetto per l’ambiente e per la natura attraverso campagne di divulgazione, informazione e sensibilizzazione nei confronti dei cittadini e del mondo della scuola”.
gastinelli-300x168Il Campidoglio fa sapere che “l’eco-pascolo non è una novità: nei parchi-campagna della Capitale esistono già da anni buone pratiche di questo tipo. Una grande ricchezza, un unicum romano”. Inoltre “l’Amministrazione Capitolina è impegnata direttamente in attività agricole con la gestione degli oltre 2.300 ettari delle due aziende agricole di Tenuta del Cavaliere e Castel di Guido. E così Roma non è solo la capitale più verde d’Europa, con i suoi circa 42 milioni di metri quadri di verde e 1.826 aree verdi, è anche il più grande comune agricolo d’Italia e tra i primi in Europa: circa il 40% della sua superficie ha destinazione agricola.Una parte dei grandi parchi urbani della Capitale, che occupano 18 milioni di metri quadrati, hanno le caratteristiche del parco-campagna: la Caffarella (che ospita un’azienda agricola con duemila ovini), il parco di Spinaceto, il parco degli Acquedotti. Nei parchi-campagna romani vivono 50mila capi, pronti ad essere impiegati in pratiche innovative. Il Dipartimento Tutela Ambientale ha già individuato una serie di aree in cui le aziende agricole possono praticare la fienagione. Gli agricoltori sono autorizzati a sfalciare l’erba, gratis e con mezzi propri, per poi prelevarla e destinarla all’alimentazione degli animali.”.
Tra le aree individuate per l’esperimento in VI Municipio è stata scelta quella del parco in via Gastinelli. E’ la sola zona scelta per il territorio delle Torri, un parco che insiste in un quartiere urbano, tra condomini e attività commerciali.
Nelle scorse amministrazioni, i cittadini del quartiere Nuova Ponte di Nona si erano scagliati pesantemente contro il pecoraio sito in via Saliola, a Colle degli Abeti. La strada, ex via Mejo de Gnente, collega il quartiere Nuova Ponte di Nona con Colle degli Abeti appunto. Il fatto che nel quartiere sia ancora presente una realtà agricola – pastorale non è mai stata cosa gradita ai cittadini.

Ora,  con il progetto del Campidoglio i pontenoni si troveranno sempre più a vivere in un quartiere “agricolo”  Federica Graziani

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/nuova-ponte-di-nona-arrivano-gli-agricoltori-al-parco-di-via-gastinelli/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.