«

»

Stampa Articolo

No Ecodistretto: Secondo incontro Marino-QRE, nessun passo indietro di Ama e Comune

marino qre2Giovedì 23 aprile, nei locali del Dipartimento di Tutela Ambientale, è andato in scena il secondo degli incontri programmati tra l’Assessore all’Ambiente e i rappresentanti della cittadinanza di Roma Est. Presenti anche i dirigenti Ama Leopoldo D’Amico e Alessandro Filippi.

L’ecodistretto di Rocca Cencia va realizzato. E’ questa la volontà di Ama e Comune, che pare non siano disposti a trovare alternative: l’impianto in via di Rocca Cencia viene considerato dalla municipalizzata una risorsa da sfruttare e i terreni su cui sorgerà il nuovo complesso di smaltimento sono di proprietà Ama, che per via delle difficoltà economiche in cui versa non può permettersi di individuare e fare progetti ex novo su altri siti. Potrebbe essere questa la sintesi di quanto trapelato nell’ultimo incontro fra i rappresentanti del QRE e l’Assessore all’Ambiente Estella Marino, andato in scena giovedì 26 aprile negli uffici del dipartimento di Tutela Ambientale. Un vertice di quasi 4 ore, cui hanno preso parte anche i dirigenti Ama Leopoldo D’Amico e Alessandro Filippi. I delegati del QRE hanno chiesto, nuovamente, perché i progetti su Salaria e Ponte Malnome – siti inizialmente indicati per la realizzazione di altri due ecodistretti – siano stati abbandonati per le stesse criticità presenti a Rocca Cencia, rimasta unico baluardo del progetto ecodistretti. “Con Salario abbiamo fatto un percorso diverso che dura da un anno e mezzo – ha spiegato la Marino – mitigando gli odori fino alla definitiva chiusura, che è prevista per dicembre 2015. Non mi sono mai arrivate segnalazioni di problemi odorigeni da Rocca Cencia”. Poi i dubbi della cittadinanza sull’apertura di un bando ai privati, con il rischio di finire nelle mani dei “soliti noti” dello smaltimento rifiuti:”Per la prima volta verrà aperto un bando pubblico, vincerà chi presenterà il preventivo migliore”, la risposta della Marino. Poi le domande sull’attività del Gruppo Porcarelli, attivo nel perimetro del polo industriale Ama, che ha appena sottoscritto un contratto per lo smaltimento dei rifiuti del Comune di Fomello, sulla richiesta V.I.A. presentata da Ama esclusivamente per la frazione organica e sulla presenza di un vincolo archeologico insistente su parte dell’area interessata nella realizzazione dell’ecodistretto.” Non siamo a conoscenza del contratto stipulato da Porcarelli, i controlli sugli impianti privati ci sono e vengono fatti dagli enti garanti, ma i contratti sono sottoscritti da privati. La V.I.A. è stata richiesta solo per la frazione organica perché per le altre opere non serve – ha replicato la Marino – del vincolo archeologico non è stato tenuto conto perché era preesistente”. I dirigenti Ama hanno poi illustrato il progetto sugli ecodistretti consultabile online, pressati però dalle domande sul biodigestore che dovrebbe essere compreso nel polo impiantistico e sui pericoli che porterebbe in dote. Qui la versione cambia: il progetto, stando a quanto riferito dai rappresentanti della municipalizzata, non prevede un biodigestore, bensì un impianto di compostaggio per la produzione di fertilizzante per terreni. Viene poi fatto presente, ancora una volta, ad Ama e Comune che il Municipio VI è il territorio con il più alto tasso di mortalità per tumori di Roma e del Lazio. “Il tema della salute è un fatto serio, non si gioca sulla morte delle persone – ha commentato la Marino – io tengo molto anche alla salute di chi lavora nell’impianto. Nel prossimo incontro sarà invitato il DEP Lazio – Dipartimento di Epidemiologia del Servizio Sanitario Regionale –  per parlare della salute in prossimità degli impianti”.

Non una sconfitta per i cittadini di Roma Est, ma il chiaro segnale che mancano i margini per una vera trattativa con la controparte. Ora si attende il prossimo incontro, previsto per la fine di maggio, con la consapevolezza che sarà un’estate rovente sul fronte ecodistretto. Matteo Muoio

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/no-ecodistretto-secondo-incontro-marino-qre-nessun-passo-indietro-di-ama-e-comune/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.