«

»

Stampa Articolo

No Ecodistretto: Marino diserta l’incontro con i cittadini a Castelverde, scatta la protesta a Rocca Cencia

ferdinandicataldimarinomascheratomarino mascheratoL’assemblea si è tenuta ugualmente nel pomeriggio di martedì 16 giugno presso i locali della parrocchia Santa Maria di Loreto. I cittadini si sono poi riversati davanti lo stabilimento Ama in via di Rocca Cencia per un sit-in, bloccando il traffico dei camion per oltre mezz’ora.

Un incontro atteso da settimane, ottenuto dopo mesi di lenti e tortuosi contatti con la segreteria. L’appuntamento era per martedì 16 giugno, ore 16 e 30, presso i locali della parrocchia Santa Maria di Loreto, sulla via omonima a Castelverde. Un face to face fra cittadini e comitati del territorio e l’interlocutore più importante, il Sindaco Ignazio Marino. Temi caldi del colloquio dovevano essere, ovviamente, le criticità ambientali del quadrante est e il progetto ecodistretto. Dovevano, appunto, perché Marino non c’è. Ha disertato l’incontro, avvisando della sua assenza solamente nella mattinata : ‘impegni improrogabili’ lo hanno trattenuto, questa la versione che arriva dal suo gabinetto. C’è rabbia fra i cittadini, l’ennesima presa in giro è un boccone troppo amaro da mandare giù.

catena umanaarmillotta amaL’incontro comunque si tiene lo stesso, presiedono Daniela Ferdinandi e Antonio Cataldi del QRE, organizzatori dell’assemblea. Con loro c’è pure un sostituto in maschera del Sindaco. Vengono sottolineate, per l’ennesima volta, le ragioni del ‘no’ al nuovo progetto Ama per Rocca Cencia, qualche cittadino fra i presenti potrebbe non essere ben informato. La diserzione del primo cittadino non può scivolare via come niente fosse, sarebbe un segno di resa. Cittadini e membri del QRE decidono così di riversarsi davanti lo stabilimento Ama in via di Rocca Cencia per un sit-in. Viene bloccato il passaggio dei camion, sia in entrata che in uscita. Basta la fotografia di questa  protesta lampo per rendersi conto delle attuali condizioni di uno stabilimento al collasso, martoriato ulteriormente nell’ultimo mese dalla riattivazione del tritovagliatore in ‘prestito’ dalla Germania: in meno di 30 minuti sarebbero dovuti entrare 7-8 camion carichi di rifiuti, con l’ecodistretto lo scenario diverrebbe apocalittico.

“Questo è un progetto nato con Panzironi – ex A.D. Ama –  finito dentro con ‘Mafia Capitale’, deve essere stracciato – tuona dal megafono Paolo Armillotta, membro del QRE e del comitato case popolari Rocca Cencia – non lasceremo che siano Fortini e i politici a decidere del nostro futuro, della nostra salute!”. I cittadini lasciano lo stabilimento dopo una quarantina di minuti. Solo un antipasto però: in questi giorni stanno lavorando per organizzare un presidio fisso dal 27 giugno. Matteo Muoio

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/no-ecodistretto-marino-diserta-lincontro-con-i-cittadini-a-castelverde-scatta-la-protesta-a-rocca-cencia/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.