«

»

Stampa Articolo

Municipio VI. Si spacca la maggioranza a 5 Stelle

il-consiglio-straordinario-okNel corso del consiglio municipale del 6 luglio i consiglieri pentastellati si dividono su una mozione a firma Pd e su un ordine del giorno presentato dalla Capogruppo 5 Stelle.

Aria di crisi tra gli scranni della maggioranza. Ben 5 consiglieri, durante la seduta consiliare del 6 luglio, hanno mostrato qualche mal di pancia. Mancanza di condivisione nella linea politica, dicono, eppure quello che oggi li ha visti divisi sono tematiche che dovrebbero essere, nel 2018, ormai consolidate. Parliamo di democrazia, di lotta contro ogni forma di totalitarismo, di intolleranza ed emarginazione.

Prima la mozione a firma del Partito Democratico, a firma dei consiglieri Compagnone, Nanni e Gasparutto, che chiedeva di impegnare il Municipio VI, in seguito al voto del 14 giugno dell’Assemblea Capitolina sull’intitolazione di una strada a Giorgio Almirante (decisione annullata poi dalla Sindaca Raggi), affinchè “non venisse intitolata nessuna strada e/o piazza facente parte della toponomastica del Municipio VI a persone che siano state esponenti del fascismo, nonché abbiano rappresentato e divulgato idee razziste, omofobe, antisemite e xenofobe”.

La mozione del Pd, discussa in Aula in seconda convocazione quindi con meno voti necessari per l’approvazione, viene votata favorevolmente dai consiglieri dem ovviamente e da alcuni consiglieri 5 Stelle tra cui Arnetoli, Foriglio, Cerbara, D’Ariano, Fabbri Zuccarelli e Ilaria. Si astengono invece 5 consiglieri pentastellati, che non seguono la linea della maggioranza: Colella, Cinti, Battistelli, Muzzone e Stabellini. Si astengono anche i consiglieri di Fratelli d’Italia “perché costituente un mero ‘processo’ a Giorgio Almirante, il personaggio politico che più ha segnato la storia della destra italiana”.

La situazione si ripete con l’ordine del giorno presentato dalla Capogruppo 5 Stelle Laura Arnetoli e dal Capogruppo di Fratelli d’Italia Nicola Franco contro ogni forma di totalitarismo. “Fratelli d’Italia con la sottoscrizione dell’ordine del giorno – spiega Nicola Franco – vuole evidenziare che il nostro gruppo si discosta da qualsiasi forma di regime totalitario e xenofobo o comunque lesivo dei diritti fondamentali dell’uomo, ribaditi nella carta costituzionale”.

Anche in questo caso i consiglieri pentastellati si spaccano: i 5 consiglieri del Movimento 5 Stelle si astengono rispetto ai colleghi di maggioranza. Il Pd e Fratelli d’Italia votano a favore.

Una spaccatura che nel caso dell’ordine del giorno presentato dal Movimento 5 Stelle non solo assume un peso rispetto alle posizioni ideologiche dei 5 consiglieri ma anche un grande peso politico visto che a presentare l’atto è il partito che loro stessi rappresentano.

Così come sta accendendo al governo del Paese dove il Presidente della Camera Fico ha più volte espresso il suo dissenso rispetto alla linea assunta dal Movimento 5 Stelle sul tema dei migranti, anche in VI Municipio ci troviamo di fronte a consiglieri pentastellati che si dividono e mostrano di avere simpatie alcuni a destra e altri a sinistra.

Più volte i 5 consiglieri hanno voluto sottolineare che la loro astensione non è nel merito degli atti ma nel metodo, di fatto però i consiglieri Colella, Cinti, Muzzone, Battistelli e Stabellini si sono astenuti su temi che riguardano fascismo, totalitarismo, xenofobia, omofobia e antisemitismo.

Per sottolineare il loro dissenso rispetto alla mancata discussione delle linee politiche all’interno della maggioranza potevano scegliere altre occasioni, invece hanno deciso di scegliere questa. Non può essere solo dissenso verso il metodo. Federica Graziani

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/municipio-vi-si-spacca-la-maggioranza-a-5-stelle/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.