«

»

Stampa Articolo

Municipio VI. Protocollata la mozione di sfiducia contro il Presidente

imagePer ora sono solo cinque le firme apposte sotto la mozione presentata dal gruppo riconosciuto come PD dalla Centralita’.

Potrebbe non servire un atto ufficiale per mandare a casa il Presidente Scipioni e la sua Giunta. In questi giorni, infatti, e’ proprio il commissario PD Roma Matteo Orfini ad aver dichiarato che “a settembre commissarieremo due municipi di Roma”.
I due municipi in questione, viste le notizie circolate in questi ultimi mesi, dovrebbero essere proprio il VI ed il III.
La mozione, firmata dai consiglieri Grasso, Onorati, Gasparutto, Compagnone e Angelucci, coloro che hanno scelto di seguire la linea imposta dal PD romano ovvero di presentare un atto di sfiducia contro il Presidente pena l’esclusione dal Partito, a questo punto ha più un significato politico che fattivo.
Con questa mozione il Pd vuole formalizzare i nomi di coloro che sono dentro e di quelli che sono fuori. Non potrebbe leggersi altrimenti un atto che, viste le scarse adesioni, sembrerebbe un boomerang: ricordiamo che per essere portata in Aula la mozione di sfiducia da regolamento deve essere presentata da almeno 10 consiglieri e ottenere in sede di discussione almeno 13 voti.
Non ci sono i numeri quindi, a meno che diano manforte i consiglieri di opposizione. Sicura per ora la firma del consigliere Sardone, oggi nel Gruppo Misto, in attesa di essere riammesso nel PD. Disposti a firmare anche i consiglieri della Lega Lorenzotti e Amici, così come i pentastellati, Tranchina e Mammi’.
Anche il consigliere PDL Paparelli ė pronto. Le dieci firme, quindi, per arrivare in Aula ci potrebbero essere, molte perplessità invece per il buon esito in sede di votazione.
Alcuni stanno già esprimendo dubbi sulla presenza in Aula, in caso di discussione, dei consiglieri Angelucci e Compagnone. Il primo, tra l’altro, si trova in una posizione alquanto incoerente: l’ Assessore Alveti, appartenente alla sua stessa area politica e sponsorizzato dallo stesso Angelucci durante la formazione della Giunta, non si é dimesso, anzi é stato promosso Vicepresidente del Municipio da Scipioni. Una posizione quella di Angelucci che sa di opportunismo, quasi come ci fosse un accordo con lo stesso Presidente: “tu firmi la sfiducia e resti nel Pd, al voto ti defili e il tuo assessore mi resta fedele”.
L’altro, Compagnone, ci ha comunicato che si dimetterà da Presidente della Commissione Patrimonio appena ripartirà l’attività politica del Municipio, interrotta dalle ferie estive. I lavori dei gruppi politici questa settimana sono iniziati, aspettiamo quindi le dimissioni promesse dal consigliere.
Ci sono anche da segnalare le posizioni dei consiglieri Lista Civica, Mattei Argenti e Sbardella. Nonostante il diktat del coordinatore Romano, Amelina, si sono rifiutati di firmare la mozione. E il loro assessore , Di Bella, siede tranquillamente sulla sua poltrona e non da alcun segnale di volerla abbandonare. Così come gli altri assessori. Unico dimissionario Palmisano che, con lungimiranza, ha presentato le sue dimissioni subito dopo il comunicato diramato dai commissari PD Orfini e Migliore in cui chiedevano le dimissioni del Presidente.
Caos anche in quota Sel con l’ingresso del consigliere Stirparo, in seguito alle dimissioni di Mastrantonio: nonostante il coordinatore municipale Flammini abbia definito la posizione di Sel come opposta alla linea politica di Scipioni, Stirparo ha scelto una posizione attendista: “Devo prima leggere gli atti poi deciderò se firmare”.
Intanto resta ambigua, per non dire fuori da ogni logica, la posizione degli altri consiglieri d’opposizione Pinti, Colagrossi e Breccia che non hanno mai dichiarato di voler firmare la mozione, se non costretti dal volere dell’aula.
La sfiducia in questa situazione difficilmente colpirà il Presidente ma solo quei singoli consiglieri eletti nel PD che saranno espulsi dal Partito. A colpire invece in modo definitivo Scipioni, sarà il commissariamento anticipato da Orfini, un provvedimento che manderà tutti a casa. Buoni e cattivi, conniventi e non, pavidi e impavidi. Tutti a casa. Federica Graziani

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/municipio-vi-protocollata-la-mozione-di-sfiducia-contro-il-presidente/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.