«

»

Stampa Articolo

Municipio VI, presentato il nuovo sistema di raccolta rifiuti

carcassi-bagnacani-montanari-romanellaAmpliato il porta a porta, realizzazione di domus ecologiche e cassonetti intelligenti. Queste le basi della rivoluzione promessa.

Il 16 aprile 2018, presso la Sala Consiglio del VI Municipio, si è svolta la conferenza stampa per l’avvio della “Nuova differenziata nel Municipio VI”.Presenti il Presidente del Municipio, Roberto Romanella, l’Assessore all’Ambiente VI Municipio, Katia Ziantoni,  l’Assessore Alla sostenibilità Ambientale di Roma Capitale, Giuseppina Montanari, Lorenzo Bagnacani, Presidente e Amministratore Delegato AMA e il Responsabile Progetti Speciali CONAI.

L’Assessore all’Ambiente di Roma Capitale, Pinuccia Montanari, introduce quello che sarà il nuovo modello di raccolta dei “materiali post consumo”, ovvero dei rifiuti, che interesserà tutto il Municipio VI. “Siamo arrivati qui con una promessa – esordisce la Montanari in conferenza stampa – proprio in questa sala. Abbiamo promesso in questa sala che avremmo rivisto il sistema di raccolta e oggi manteniamo la promessa”.

pubblicoGli obiettivi dichiarati sono quelli di aumentare la differenziata, migliorare la “qualità merceologica dei materiali post consumo” e il decoro cittadino. Lorenzo Bagnacani, Presidente e Amministratore Delegato di Ama, spiega che “questo modello sarà semplice per venire incontro alle esigenze dei cittadini. Il modello che abbiamo realizzato è frutto dello studio capillare del territorio”. Lo studio è stato portato avanti da 70 addetti dell’Ama che hanno censito le utenze. “Da questo lavoro – continua il Presidente – abbiamo scoperto che esistono in totale 72.500 utenze che non pagano la TaRi. Un buco, che contiamo di recuperare portando a regime la raccolta, di 12 milioni di euro. Vi immaginate come potremmo migliorare i nostri servizi con 12 milioni di euro in più l’anno?” Il Presidente Bagnacani tiene a precisare che 72.500 persone equivalgono a una città come Latina.

 Franco Carcassi, responsabile della pianificazione strategica del nuovo modello di raccolta, spiega nel dettaglio cosa accadrà nei prossimi mesi: “Tutta l’Ama è scesa sul territorio, per conoscerlo e progettare nel migliore dei modi il nuovo modello. Siamo venuti incontro alle esigenze dei cittadini e alle difficoltà degli operai. Per esempio il 50% delle strade di questo Municipio presenta difficoltà legate al transito dei veicoli Ama perché senza uscita o perché necessita di manovre per entrare e uscire. Analizzando il territorio abbiamo deciso di creare 3 sistemi di raccolta divisi per la diversa tipologia dei quartieri, riuniti in 7 gruppi”.

cassonetti“Il porta a porta – sottolineano sia Carcassi che Bagnacani – verrà semplificato attraverso la riduzione delle esposizioni settimanali, che passano dalle 9 attuali alle 3”. In ogni giorno di raccolta si dovranno esporre contemporaneamente due tipologie di rifiuto: frazione organica e frazione “secca”. Quella organica andrà esposta tutte e tre le volte, mentre quella secca una sola volta a settimana. Quindi, facendo un esempio, avremo 3 esposizioni settimanali divise per organico/carta, organico/plastica e metallo, organico/indifferenziato. L’unica fascia di esposizione sarà dalle 19 alle 21 e rimarranno inalterate le campane verdi stradali per il conferimento del vetro.

Differenziazione della raccolta per quartieri. “Verrà complessivamente potenziato il porta a porta dove già esiste”, spiega Katia Ziantoni, Assessore all’Ambiente del Municipio VI. Pur non entrando nei dettagli, che verranno forniti durante i 7 incontri con i cittadini, l’Assessore Ziantoni amplia il discorso: “Le domus ecologiche saranno realizzate nella parte alta di Villaggio Prenestino e a San Vittorino, ovvero le zone più difficilmente raggiungibili dai mezzi dell’Ama. Il porta a porta sarà esteso dove già esiste e in alcuni casi verrà convertito nei cassonetti intelligenti, come nel caso di Torre Angela”. In tutto saranno 83.500 utenze con il porta a porta, 1.800 con le domus ecologiche e 33.800 con i cassonetti intelligenti.

L’Ama avrà inoltre degli uffici all’interno del Municipio. “Stiamo predisponendo alcuni locali del Municipio – spiega la Ziantoni – per la creazione dell’ufficio accertatori dell’Ama, per l’ufficio che si occuperà della TaRi e, se riusciamo, anche per avere dei mezzi subito a disposizione. Inoltre abbiamo preparato una bozza di delibera, che dovrà firmare il Dipartimento Patrimonio, per realizzare una sede nello stabile abbandonato di via Valle Bagnata”.

Sia il Presidente Bagnacani che l’Assessore Ziantoni si augurano che il progetto porterà i risultati sperati. L’idea espressa da entrambi è che sarà il cittadino a fare la differenza. Una volta che gli strumenti saranno messi a disposizione di tutti, dovrà essere cura di tutti rispettare le regole e entrare a far parte del modello di raccolta. Saranno previste sanzioni a chi trasgredisce, anche se non sono chiare le modalità di accertamento. Né è chiara la quantità di denaro investito. Il Presidente si è limitato a dire “Investimento importante”, ma non ha dichiarato alcuna cifra, sottolineando la possibilità che rientrino i 12 milioni evasi dalla TaRi ogni anno.

Avvio del nuovo modello. Arriveranno a casa i bidoncini e quello che viene definito “starter kit” dai responsabili della comunicazione. Qualora l’utente non sia a casa verrà lasciato un avviso con un numero di telefono per concordare un secondo appuntamento. Qualora neanche nel secondo caso si riuscisse a consegnare il materiale si verrà invitati presso gli uffici per il ritiro.

Gli uffici aperti per l’informazione e per la consegna dei materiali saranno a Torre Spaccata in via Marcio Rutilio 14/16 e a Grotte Celoni in via Benedetto Torti 13 C.

Calendario degli incontri

20 aprile ore 18, gruppo 1: Villaggio Breda, Torre Gaia, Due Leoni, Villaverde, Fontana Candida. Presso la Parrocchia Santa Maria Causa NostraeLaetitiae, piazza Siderea, Villaggio Breda.

23 aprile ore 18, gruppo 2: Pantano, Colle Mattia, Borgata Finocchio, Prataporci, Vermicino, Borghesiana. Presso l’aula magna dell’IC Elisa Scala in via Rocca Forte del Greco, Rocca Cencia.

26 aprile ore 18, gruppo 4: San Vittorino, Corcolle, Fosso San Giuliano, Castelverde, Lunghezzina 2, Villaggio Prenestino, Pratolungo, Rocca Cencia, Colle Aperto. Presso la Parrocchia Santa Maria di Loreto in via Santa Maria di Loreto, Castelverde.

27 aprile ore 18, gruppo 5: LunghezzinaDonegani, Lunghezza, Ponte di Nona, Colle degli Abeti, Villaggio Falcone. Presso l’aula magna dell’IC Emma Castelnuovo plesso Ciriello in via Romero, Colle degli Abeti.

2 maggio ore 18, gruppo 6: Valle Castiglione, Osteria dell’Osa, Colle del Sole, Prato Fiorito, Colle Monfortani, Colle Prenestino. Presso la Parrocchia Santa Maria dell’Oriente in via Ollastra Simaxis, Colle del Sole.

3 maggio ore 18, gruppo 7: Torrenova, Tor Vergata, Giardinetti, Torre Maura, Torre Spaccata. Presso il Centro Anziani di Giardinetti in via Casilina 1312.

8 maggio ore 18, gruppo 3: Arcacci, Torre Angela, Tor Bella Monaca, Tor Bella Monaca Vecchia, Grotte Celoni Belvedere. Presso la Parrocchia di Santa Rita da Cascia in via Acquaroni 71, Grotte Celoni. Flavio Quintilli

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/municipio-vi-presentato-il-nuovo-sistema-di-raccolta-rifiuti/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.