«

»

Stampa Articolo

Municipio VI. L’Assessore Sodano ‘bocciato’ due volte

CONSIGLIO‘Bocciato’ per la seconda volta dall’Aula il nuovo assessore, Ugo Sodano, in quota Breccia e Colagrossi. La prima volta non si presentano né il Presidente del Municipio né il Vicepresidente Alveti. La seconda la maggioranza non riesce ad ottenere il numero legale in Aula per nominarlo.

Doveva essere ufficializzata la scorsa settimana la nomina dell’Assessore Ugo Sodano, scelto dal Presidente Scipioni per ristabilire i numeri utili per governare in seguito all’abbandono di 5 consiglieri che hanno formato il solo gruppo del Pd riconosciuto. L’Assessore Sodano viene scelto grazie all’accordo politico del minisindaco con due consigliere di opposizione, di centrodestra, Annamaria Breccia e Claudia Colagrossi.
Eppure la scorsa settimana l’Assessore, presente in Aula durante il Consiglio, non è stato ufficializzato a causa dell’assenza del Presidente del Municipio Marco Scipioni e del Vicepresidente del Municipio Vittorio Alveti. Solo con la presenza di uno dei due la convalida della nomina poteva da regolamento ritenersi effettiva.
Oggi, 24 novembre, di nuovo una bocciatura per l’Assessore. Stavolta è il Consiglio a respingere al mittente la nomina. La maggioranza non ha i numeri utili per nominarlo. Servono tredici persone in prima convocazione per rendere il Consiglio valido. All’appello ci sono, poi il colpo di scena. Al momento della nomina escono dall’Aula i consiglieri Sardone, Grasso, Lorenzotti, Pinti, Onorati.
Assenti i consiglieri Angelucci, Compagnone, Gasparutto, Stirparo, Amici e Paparelli. Restano in Aula al primo appello i due consiglieri del 5 Stelle e comunque i numeri non sono sufficienti. Presenti consiglieri Scipioni, Consolino, Giammarini, Mattei, Argenti, Pelone, Criscuolo, Gidaro, Breccia, Colagrossi. Per un totale di 12 consiglieri compresi i pentastellati.
Il Consiglio viene aggiornato venti minuti dopo. La maggioranza in fretta chiama i soccorsi: arriva il consigliere Sbardella. Si pensa di aver ritrovato i famosi tredici consiglieri.
Al secondo appello, però, insieme a Sardone, Grasso, Onorati, Pinti e Lorenzotti lasciano l’Aula anche i due consiglieri del 5 Stelle, Tranchina e Mammì. La maggioranza crolla ancora e non supera le 11 unità. Il consiglio viene rimandato in seconda convocazione quando basteranno, come da regolamento, 8 consiglieri in Aula.
“E’ evidente – commenta il Consigliere Sardone – che sono contrario al metodo di scelta degli assessori. Questa maggioranza non ha i numeri per govenare e il malcontento si sta diffondendo a macchia d’olio. Una conseguenza dovuta anche al reiterarsi delle scorrettezze istituzionali da parte dei vertici di questa amministrazione ai danni degli altri gruppi politici. Resterà un uomo solo al comando? Vedremo”.
“E’ la dimostrazione – commenta il consigliere Grasso – che la maggioranza non riesce a governare perchè è accroccata con pezzi del centrodestra. Quella avvenuta in Aula è una risposta a quanto accaduto ieri, ovvero il mancato invito da parte del Presidente del Consiglio di tutti i gruppi politici alla riunione con il Prefetto. La Consolino ha dimostrato di non avere un livello istituzionale. Il Municipio non è ‘cosa loro’, ma di tutti”.
A quanto pare il ‘governo tecnico’ , messo in piedi da Scipioni, non sta funzionando granchè. Inserire pezzi del centrodestra in una maggioranza di centrosinistra, eletta con i voti dei cittadini, sta mostrando tutte le sue falle.
sodanoL’Assessore Sodano a questo punto dovrebbe fare una lunga riflessione. Bocciato prima di tutti proprio da Scipioni, che non si è presentato il giorno in cui doveva essere ufficializzata la sua nomina, forse perchè resta indigesto anche al minisindaco costretto a nominarlo per ritrovare i numeri in Aula?
A sei mesi dalle elezioni, che vantaggio può avere l’Assessore, già messo due volte in imbarazzo, se non quello del cospicuo compenso mensile per la sua attività politica in Municipio?
Quanto avvenuto nel consiglio del 24 novembre però può diventare stimolo per i consiglieri di opposizione. Ora i numeri per presentare la famosa mozione di sfiducia al Presidente Scipioni ci sono. Ne bastano 10 per portarla in Aula. Vedremo se l’opposizione in questo Municipio avrà davvero la lungimiranza per affondare il colpo. In caso contrario: parole, parole, parole.  Federica Graziani

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/municipio-vi-lassessore-sodano-bocciato-due-volte/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.