«

»

Stampa Articolo

Municipio V. Torna Mastrantonio con Azione per il bene comune

Roberto Mastrantonio-VmunicipioIl candidato alla presidenza presenta la sua “Casa matta”.

Roberto Mastrantonio si candida ufficialmente alla presidenza del V Municipio e presenta la sua lista civica “Azione per il bene Comune”, neonata formazione politica sostenuta da associazioni culturali e cooperative sociali come ‘La Città Alessandrina’, ‘Assalto al cielo’, la comunità di ‘Capodarco’, l’associazione di volontari di ‘Capitano Ultimo’.

“Abbiamo deciso di presentare questa lista civica, nata dal basso, dalle realtà sociali, culturali e ambientaliste, perchè riteniamo che i partiti non diano risposte, non abbiano più la capacità di rappresentare le questioni vere del territorio” spiega Mastrantoni nel corso di una delle sue prime uscite pubbliche da candidato alla presidenza avvenuta lo scorso 31 marzo nei locali del Blackout in zona Centocelle.

Originariamente pensata per quattro Municipi dell’area sud-est, la lista sarà presentata nel solo V Municipio per questioni di opportunità: “La profonda insoddisfazione ha fatto sì che una serie di realtà di questo territorio si rivolgessero a me per cercare di costruire qualcosa di diverso. Volevamo presentarla in quattro municipi del quadrante sud-est ma ci siamo resi conto che i tempi erano stretti. Non possiamo disperdere le forze”.

Si concentra sulle questioni più controverse del momento, Matrantonio, a cominciare dal Documento Unico di Programmazione varato dal Commissario Straordinario Tronca e dalla sua Giunta prefettizia notando come un atto politicamente rilevante sia stato approvato da organi con poteri di ordinaria amministrazione. “Non ho sentito dire dai candidati a Sindaco nulla su questo documento di programmazione. Bisognava dire che non era nei poteri del Prefetto. Allora noi ci candidiamo in questo Municipio per cercare di costruire una “casa matta” che vada a contrastare il futuro che ci aspetta”.

Inevitabili, poi, i riferimenti alla chiusura ed alla privatizzazione degli asili nido comunali e agli avvisi di sfratto o sgombero recapitati agli spazi sociali. “Tutti i candidati di questa lista sanno che c’è un lavoro duro da fare su tutto il territorio per contrastare il DUP, che stronca il tessuto sociale di questa città già dilaniato dalla crisi. Noi il tessuto sociale lo dobbiamo ricostruire” continua Mantrantonio richiamando il principio della partecipazione popolare come unico in grado di guidare un buon governo del territorio.

Presidente dell’ex VII Municipio in seno a SEL, candidato alla presidenza del VI contro Scipioni all’interno dello stesso partito, oggi si presenta con una lista civica alla presidenza del V. Scelte controverse che Mastrantonio giustifica così: “Sel nasce dalla unione di tre pezzi di partito (DS Rifondazione Comunista e Verdi, ndr) poi ha aggregato nel tempo realtà sociali e politiche significative del territorio. Il problema è che è rimasto quello. I progetti di divisione non mi interessano, non mi interessano i progetti che prevedono solo e unicamente il mantenimento delle rendite di posizione”. Da qui l’impossibilità di sostenere il progetto di Sinistra Italiana con Fassina: “Io ho già avuto un’esperienza in quel senso con la lista Arcobaleno. Unire la sinistra non lo si può fare dall’alto e non a tre mesi dalle elezioni. La considero una operazione sbagliata che andava fatta forse tre anni fa partendo da questo” e con un ampio gesto indica le persone presenti alla sua presentazione per sottolineare la necessità di ricominciare dalla base.

Questa candidatura è un modo per rimanere nel giro? “Non voglio rimanere nel giro, voglio costruire qualcosa e poi sarò il primo ad andare via. L’ho già dimostrato – assicura riferendosi alle sue dimissioni da consigliere del VI Municipio – mi sono dimesso il giorno in cui il PD ha chiesto a Scipioni di dimettersi sperando che altri mi seguissero. Mi pare che gli altri siano rimasti tutti là”.

In attesa che le discussioni elettorali entrino nel vivo Mastrantonio non ha in mente nessun tipo di apparentamento, almeno non in questa fase: “Noi abbiamo un programma molto impegnativo. Se ci sono forze politiche che sposano in pieno il programma possiamo accettare” e poi dichiara assoluta libertà di voto sul candidato sindaco.

Emanuela Martelluzzi

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/municipio-v-torna-mastrantonio-con-azione-per-il-bene-comune/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.