«

»

Stampa Articolo

Municipio V. Resta aperta la questione delle aree private verdi lasciate al degrado

Altra panoramica area abbandonata Municipio VSi tratta di ettari di terreno che da anni riversano in uno stato di totale abbandono e disinteresse da parte degli enti privati, favorendo di fatto ogni tipo di illegalità al loro interno.

Dura ormai da ben 15 anni lo stato di completa incuria in cui riversa l’area compresa tra via Aversa e l’inizio di viale della Serenissima (quasi a ridosso della A24), passando per Largo Telese e via di Sant’Agapito (vicino la via Prenestina): si tratta di oltre 10 ettari di terreno e di verde dove solo saltuariamente sono stati mai effettuati degli interventi di pulizia per i rifiuti e le sterpaglie e dove ormai da tempo hanno trovato sistemazione all’incirca un centinaio di famiglie di senza fissa dimora divisi in 7 o 8 micro accampamenti. Una situazione che rischia di diventare sempre più ingestibile, se si tiene conto anche di episodi come il forte incendio che il 16 luglio scorso ha interessato gli arbusti di un tratto di via Telese (arrivando a danneggiare alcuni dei palazzi limitrofi) o il crollo di un costone di terra e tufo in mezzo alla strada compresa tra via Maddaloni e Largo Telese, oltre il fatto che una tale indifferenza generale sembra favorire inevitabilmente ogni tipo di inciviltà e illegalità (come il furto di rame e altri metalli o lo stoccaggio delle macchine rubate e la presenza di discariche di materiali inquinanti).

“Sono delle vere e proprie terre di nessuno – ha commentato Stefano Veglianti, Assessore ai Lavori Pubblici per il Municipio V di Roma – che necessitano quanto prima di interventi più coercitivi di quelli adottati finora. Personalmente mi sono premurato di contattare gli uffici legali di rappresentanza dei presunti enti privati e di segnalare direttamente la questione al prefetto di Roma Franco Gabrielli e organizzando degli incontri con il Vice Capo di Gabinetto Rossella Matarazzo: quello che serve non è solo una maggiore sorveglianza di quelle zone, ma procedere prima possibile a una loro riqualificazione”. L’intento sarebbe quello di procedere attraverso un lavoro congiunto che innanzitutto possa convincere i privati a cedere questi possedimenti e successivamente consenta di intervenire in maniera più incisiva sulle problematiche delle aree interessate.

“Molte sono le proposte a nostra disposizione – ha aggiunto Veglianti – sull’effettivo riutilizzo di queste aree (impianti sportivi, orti urbani ecc.), ma i privati dovranno in questo senso mostrarsi collaborativi. Il Comune ne guadagnerebbe sicuramente a livello di prestigio sociale e costituirebbe in generale un segnale forte per tutte le lotte al degrado e alle illegalità della periferia romana, così poco tenuta in considerazione”. Jacopo Ventura

 

 

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/municipio-v-resta-aperta-la-questione-delle-aree-private-verdi-lasciate-al-degrado/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.