«

»

Stampa Articolo

Municipio V. Chiude l’Agenzia Diritti ma gli sfratti continuano

13557783_10206715838989940_3661247384553744546_nHa chiuso i battenti una realtà che in dieci anni ha accompagnato 5000 famiglie nella lotta all’ emergenza abitativa.

Mentre le emergenze abitative non accennano a diminuire, l’Agenzia Diritti del V Municipio chiude i battenti. Giovanna Cavallo, responsabile dell’Agenzia, spiega la situazione attuale: “Stiamo mandando le relazioni personali dei nostri 340 utenti ai servizi sociali, segnalando le urgenze su cui intervenire, facendo in modo che i servizi sociali si attivino per aiutare i cittadini in emergenza. Relativamente ai singoli casi inviamo delle relazioni al Municipio, invitando la Direzione a prenderli in carico se non lo sono, e a proseguire invece con l’attività dell’Agenzia Diritti lì dove risultano in carico del servizio sociale“.

Giovanna Cavallo prosegue raccontando il lavoro dell’Agenzia, aperta dal 2006: “Riuscivamo a procrastinare i tempi degli sfratti, dando modo alle persone di non ritrovarsi in mezzo alla strada. Inoltre era in corso la sperimentazione del Buono casa: su 80 famiglie che hanno fatto il bando, 70 hanno vinto il contributo. Ci sono quindi circa 70 nuclei familiari in emergenza abitativa che potrebbero pagare l’affitto, in quanto i soldi sono erogati dal comune, ma non trovano un appartamento, perché da una parte la procedura per l’erogazione è complicata, dall’altra i proprietari non si fidano. Noi con una procedura negoziata avevamo trovato gli appartamenti da poter destinare a queste famiglie sotto sfratto, evitando che finissero per strada; avevamo coinvolto un IPAB che metteva a disposizione degli appartamenti e un’agenzia immobiliare che ci aveva aiutati a trovare dei proprietari disponibili. Si è tutto interrotto.Ora non abbiamo più poteri e sono i servizi sociali che dovrebbero chiamare i proprietari, concordare un affitto prima che lo sfratto avvenga, facendo in modo che gli inquilini possano trovare una locazione sul mercato”.

Pur senza fondi, negli ultimi quattro mesi l’Agenzia è rimasta in funzione, continuando ad offrire assistenza. ”Inizialmente ci avevano detto che si sarebbe andati avanti con la Procedura negoziata, cosa che poi non è avvenuta. Sarà successo qualcosa che noi non sappiamo. Ne prendiamo atto. Il bando è andato deserto e i soldi non sono stati utilizzati. Abbiamo sbagliato a scrivere il costo del personale. Un errore formale, il bando era ugualmente assegnabilissimo”.

Giovanni Boccuzzi, presidente del V municipio, interpellato in merito dice: “La chiusura dell’ Agenzia è un altro problema che purtroppo ereditiamo dalla scorsa amministrazione. Hanno partecipato a un bando e hanno perso, Se non sbaglio per un malinteso tecnico. Hanno svolto un buon lavoro, speriamo di riuscire a trovare un’altra collocazione. Non è andato a buon fine un bando, anche se in precedenza avevano già ottenuto delle proroghe. Ci tengo a precisare che non dipende dalla nuova amministrazione. Abbiamo parlato e continueremo a parlare con loro, il lavoro che hanno svolto va considerato meritevole. Vedremo insieme cosa si potrà fare. Tutto quello che sta succedendo nel Municipio viene attribuito al Movimento 5 Stelle, ma del resto ce l’aspettavamo. Poco alla volta riusciremo ugualmente a risolvere i problemi della città”.

Nel frattempo gli sfratti e le emergenze continuano anche se, va detto, non per colpa della nuova amministrazione. Le realtà sociali però si aspettano delle risposte.“Ci stiamo mettendo a disposizione dell’Amministrazione per sostenere le varie urgenze – sfratti imminenti -  prosegue la Cavallo – Ma l’Agenzia ha senso se c’è il sostegno del Municipio, altrimenti non ha senso l’ennesimo servizio privato. Come Agenzia Diritti stavamo attuando un intervento strutturale per l’emergenza casa, eravamo in contatto con un’agenzia immobiliare e un IPAB per la messa a disposizione di appartamenti,ora tutto questo si è interrotto. Se non c’è il Municipio che media noi non abbiamo strumenti adeguati per proseguire. Sul tavolo si sono espressi positivamente per riaprire un bando una procedura, ma fino ad ora non è successo niente. Questo è l’unico dato concreto che il Municipio dovrebbe tener presente. Finora nessuno ci ha chiamato. Abbiamo richiesto come base sociale un Consiglio municipale straordinario che vogliamo organizzare coinvolgendo gli sfrattati. Sarà quella la prova di dialogo sulle questioni di governo della città in relazione all’emergenza abitativa”.

Sebastiano Palamara

 

 

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/municipio-v-chiude-lagenzia-diritti-ma-gli-sfratti-continuano/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.