«

»

Stampa Articolo

Municipi restano in carica. Tanto paga Pantalone.

municipi_roma_1-1Tre milioni di Euro, è quanto costeranno alla collettività i Municipi. Almeno fino a giugno. L’appello del consigliere regionale Santori: “Il commissario Tronca ci ripensi”.

Tra le incongruenze, politiche e amministrative, rilevate nel dopo Marino, spicca la scelta, controversa, del Prefetto Franco Gabrielli di mantenere in “carica fino alle nuove elezioni” i Presidenti e i Consiglieri Municipali, ai sensi “dell’articolo 27, comma IV, dello Statuto di Roma Capitale”. Una decisione, quella di Gabrielli che, oltre a stridere con lo Statuto stesso, “i Consigli dei Municipi – recita il medesimo comma – sono eletti contemporaneamente all’Assemblea Capitolina, anche nel caso di scioglimento anticipato delle medesima; restano in carica per la durata del mandato dell’Assemblea Capitolina”, costa alle casse capitoline una barca di soldi. Circa 3 milioni di euro, almeno fino a giugno.

Secondo la logica, e le intenzioni del commissario romano del Pd, Orfini, le nuove elezioni si svolgeranno a metà giugno, tra circa sette mesi, scorporando i 30 giorni, previsti dalla legge, per l’espletamento della campagna elettorale. E facendo un rapido calcolo, sulla base degli emolumenti previsti ai municipali, il mancato commissariamento delle 14 Amministrazioni locali, costerà la bellezza di circa 3milioni e 134mila euro. Una cifra esorbitante, che i cittadini romani pagheranno di tasca propria. Nello specifico: 373.086 euro saranno destinati ai Presidenti (3.807 euro lordi al mese), 279.854,68 ai Vicepresidente (2.855,66 euro lordi al mese), 242.540,2 agli Assessori (2474,90 euro lordi al mese) e ben 2.238.845,28 ai Consiglieri, qualora facessero l’en plein dei gettoni di presenza (massimo 951,89 euro lordi al mese). E sarà peggio, ovviamente, nel caso in cui le amministrative dovessero slittare.

santori“La storia dei Municipi è assurda – ha commentato duramente il consigliere regionale Fabrizio Santori – è il frutto di una interpretazione giuridica della normativa inaccettabile e fortemente irregolare. È l’ennesima conferma che il prefetto Gabrielli agisce interpretando incidentalmente il pensiero di Renzi con il supino silenzio del ministro Alfano. Questa decisione ritengo sia stata presa per salvare chi è strettamente connesso con l’ex sindaco Marino e la sua Giunta che è stata cacciata dal Campidoglio”. E ancora: “I Municipi devono essere sciolti perché il Partito democratico e Sel hanno fallito e non possono continuare a governare la città di Roma con 14 Municipi su 15. Le istituzioni vanno rispettate insieme ai cittadini che si attendevano un azzeramento totale”.

Effettivamente, mantenerli in piedi suona davvero strano. I Consigli dei Municipi sono un’emanazione del Campidoglio e operano in funzione del Sindaco e dell’Assemblea Capitolina, tant’è che possono essere sciolti dalla maggioranza assoluta di quest’ultima (Articolo 27, comma 28 dello Statuto di Roma Capitale). È evidente che, venuta meno l’Assemblea Capitolina per autoscioglimento, i Municipi dovevano, per forza, cadere di conseguenza. “Il pesce puzza dalla testa – ha aggiunto Santori-, ma puzza ovunque. Perciò, una volta fatto fuori Marino, è vergognoso che i Municipi di centrosinistra possano gestire pure i fondi del Giubileo destinati ai Municipi fino all’ultimo giorno utile prima delle elezioni. Auspico che il commissario di Roma Tronca verifichi che il centrosinistra non abusi della propria posizione istituzionale per il proprio tornaconto, ma faccia scelte nell’interesse della città e non marchette”.

Si sta facendo largo l’ipotesi che il Pd abbia voluto mantenere in carica gli organi dei Municipi, Presidenti, Giunte e Consigli, per farsi campagna elettorale a “spese dei contribuenti”, ha aggiunto Marco Giudici, consigliere del XII vicino a Santori. Infatti, con le Amministrazioni locali in carica, il Partito di Renzi, può contare complessivamente su 210 consiglieri, compresi i Presidenti, che, allineati dalla voglia di rivincita, faranno di tutto per issare la bandiera del Pd sulle opere, piccole e grandi, che interesseranno i territori. Il tutto a spese del Campidoglio e dei romani.

David Nicodemi 

 

 

 

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/municipi-restano-in-carica-tanto-paga-pantalone/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.