«

»

Stampa Articolo

Multiservizi, 2600 lavoratori rischiano la mobilità

I manifestanti all'ingresso dell'Assemblea Capitolina

I manifestanti all’ingresso dell’Assemblea Capitolina

Centinaia tra funzionari e impiegati hanno manifestato il loro dissenso in Campidoglio. Inviate centinaia di mail anche al Presidente della Regione Zingaretti e al Premier Renzi: “La Giunta Marino sta svendendo un’ azienda da sempre in attivo”. La Cattoi assicura: “Manterremo i posti di lavoro”. 

Il 5 giugno centinaia di lavoratori con indosso giubbotti catarifrangenti e maglie di Roma Multiservizi hanno presenziato in Campidoglio davanti alle scale d’ingresso dell’Assemblea Capitolina. Protestano contro il mancato rinnovo, da parte di Roma Capitale, del contratto sugli appalti per cui rischiano di perdere il posto di lavoro 2600 persone. Roma Multiservizi è una Spa che fornisce servizi di varia natura: dalla manutenzione degli spazi verdi a quella dei beni archeologici, dai servizi sulla sicurezza alla pulizia delle scuole comunali. E proprio qui si sono concentrati i tagli al personale. Mentre arrivano mail e fax di segnalazione a Marino, Zingaretti e Renzi, il rappr. Avvocatura Generale dello Stato Daniele Fantacci spiega: “Multiservizi è del 51% di Ama ma del 100% del Comune. Il Decreto Salva Roma impone di valorizzare le aziende, concedendo un appalto di 5 anni per poi metterle, eventualmente, in vendita. Ora la Cattoi (Assessore alla Scuola) aderendo alla convenzione Consip (altra Società che garantisce servizi all’amministrazione, ndr) vira in tutt’altra direzione. Non c’è coerenza tra scelte politiche e atti votati.
Inoltre l’amministrazione, con l’intento di risparmiare, depotenzia una Società sana per trattare migliaia di TFR con notevole esborso”. I lavoratori apprendono la notizia poche ore prima dai rispettivi capo area: “Siamo centinaia di famiglie che rischiano di finire sul lastrico. Lavoriamo in questa azienda da quando è nata, 20 anni fa (1994). Eravamo cassa integrati statali a cui il Comune ha concesso una nuova opportunità lavorativa. Ironico come di fatto stiamo tornando al punto di partenza. La beffa più grande è che siamo l’unica azienda, tra quelle municipalizzate, ad aver chiuso sempre in attivo”. A fine giornata arrivano le dichiarazioni dell’Assessore Cattoi: “Voglio rassicurare i lavoratori preoccupati che saranno garantiti tutti i posti di lavoro. Aderendo alla convenzione Consip spenderemo di meno a parità di servizi richiesti. Il contratto di categoria prevede che quando cambia l’appalto la nuova impresa è tenuta ad assumere i lavoratori della precedente gestione”. Dunque, dopo aver confermato il forte depotenziamento di Multiservizi, sembra che almeno il futuro dei dipendenti verrà garantito. Decisive le prossime settimane per dirimere la controversia.
Manuel Manchi

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/multiservizi-2600-lavoratori-rischiano-la-mobilita/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.