«

»

Stampa Articolo

Metro C, cantieri in equilibrio precario

Sbloccati i fondi per pagare gli stipendi arretrati, in modo anomalo secondo l’Assessore al Bilancio, non sono sufficienti a garantire stabilità finanziaria.

La mobilitazione degli operai di martedì 12 novembre sembrava aver dato i frutti sperati: dopo un paio di giorni, infatti, ecco il via libera ai 166 milioni di euro, solo una parte dei totali 253, che saranno versati al consorzio entro il 30 novembre.

La procedura dello sblocco dei fondi, proposta dal sindaco Marino, e votata il 13 novembre, non ha convinto l’Assessore al Bilancio del Campidoglio Daniela Morgante. Infatti, la lettera che lo stesso Assessore ha inviato a Maurizio Salvi, il firmatario da cinque anni a questa parte, delle fatture di Roma Metropolitane, sul quale ha esercitato il totale controllo, essendo l’Amministrazione Comunale l’unico socio, sottolinea tali anomalie: secondo quanto riportato dalla Morgante, sia la procedura portata avanti da Salvi in questi anni, sia la decisione di dare il via libera ai fondi senza aver svolto gli approfondimenti necessari costituiscono irregolarità nel primo caso e grave superficialità nel secondo.

A rendere ancora più instabile la situazione ci sono i cantieri, che proprio a causa di questa precarietà finanziaria, rischiano di non poter proseguire con i lavori: la somma sbloccata, infatti, che dovrebbe arrivare a fine mese, è quella sufficiente a pagare gli stipendi degli operai. Il problema che si pone, secondo quanto dichiarato da Metro C, riguarda la possibilità di proseguire l’opera senza una reale e concreta disponibilità economica che mette a rischio il credito dei fornitori. Il rischio? La chiusura dei cantieri entro il 30 novembre.

Così, mentre, in qualche misura il cronogramma rivisto e riproposto da Luigi Napoli, Direttore Generale di Roma Metropolitane, lo scorso settembre, aveva risollevato gli animi dei futuri fruitori della Metro C, le nuove notizie rischiano di ridestare maggiore sfiducia: l’apertura della Pantano-Lodi, secondo le ultime anticipazioni, prevista per settembre 2014, non convince i residenti del VI Municipio. Dopo i continui rinvii la credibilità dei proclami è da considerarsi pari a zero.

Per la tratta fino a San Giovanni si dovrà aspettare, sempre secondo le stime, almeno fino al 2015, mentre entro questo dicembre avrà inizio il pre-esercizio di Pantano- Centocelle, una sorta di collaudo senza i passeggeri. Non sarà aperta al pubblico fin quando Centocelle-Lodi non sarà completamente ultimata. E forse è proprio questa la questione che preoccupa di più.

Jessica Santini

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/metro-c-cantieri-in-equilibrio-precario/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.