«

»

Stampa Articolo

Mattei, un Presidente di Opposizione

Maurizio MatteiE’ stato eletto da poco Presidente del Consiglio, ma ha da subito iniziato a lavorare. “Sono un battitore libero!”.

E’ il rappresentante della Lista Civica di Celli in Municipio. Con i voti di tutta l’opposizione e di qualcuno della maggioranza ha ottenuto la carica di Presidente del Consiglio. Un ruolo che, come lui stesso ammette, ricopre in totale libertà.

Perché ha accettato una poltrona di centrodestra?

Perché mancano 20 giorni e posso fare delle cose importanti. Ho convocato subito le commissioni che stavano senza presidente. Siamo riusciti con quella della Scuola ad intervenire in via Crucis e via Marelli, e in quella del Sociale, dove hanno fatto i furbi dimettendosi due membri, ho chiesto l’immediata sostituzione. Poi ho fatto una cosa per la commissione Controllo e Garanzia perchè mancava la rappresentanza dei partiti. Voglio portare in Consiglio, prima della fine, il polo artigianale di Corcolle. Con quest’opera si darà risposta a 30 40 famiglie.

Nonostante la sua elezione Lorenzotti non si è dimesso…

Speravo lo facesse, anzi ne ero sicuro, perché perdere la Presidenza del Consiglio è grave.

Cosa la differenzia dal suo predecessore?

Dari era presidente di una maggioranza e io sono battitore libero.

Anche il Pd ha dovuto accettare la sua nomina…

Il Pd non può più fare asso pigliatutto, dovrebbero farsi un esame di coscienza e non essere arrogante. Anche in Regione sono stati eletti Presidente e Vicepresidente del Consiglio due del Pd (Leodori e Valeriani ndr). Sul mio nome hanno convogliato il Gruppo Misto e qualcuno del Pd. Gli altri non hanno potuto obiettare.

Vede il Pd in affanno?

Assolutamente si. Hanno perso molte sfide elettorali. Soprattutto nelle regionali. Loro dicono che il risultato si deve al momento di protesta, ma il momento di protesta influisce solo su di loro?

Da sempre il Pd le fa la guerra…

Il Pd mi ha sempre attaccato. In particolare Grasso che alle Isveur di Torre Maura mi ha fatto molte scorrettezze, perché lì sono in molti a sostenermi. Una volta ha anche aggredito l’ex presidente del comitato Isveur Becattini qui fuori, per non parlare di quello che fa all’attuale presidente Angela Barone. Il risultato è che lui porta a Scorzoni dalle Isveur con il Pd 100 voti e la Barone 85 per Quadrana.  Nel 2006 si è avvicinato alla Rosa nel pugno, poi passò all’Italia dei Valori, poi ancora con Sinistra democratica, poi Sinistra Arcobaleno e ora Pd. Questo è un segnale importante. Ora sputa sul vostro lavoro, mentre prima vi osannava… Tirate voi le conclusioni!

Cosa pensa dei candidati delle primarie?

Questi tre candidati non sono lo specchio del territorio, non c’è cambiamento: Mastrantonio vive di politica ed è già passato per questo municipio, 7 anni dopo si ripresenta, Scipioni è un ritorno, Cremonesi è dal 2001 che sta qui, ha 12 anni di consiglio alle spalle e questa è l’ultima possibilità di fare il salto.  La mia paura è che se vincesse uno del Pd, l’altro gli farà la guerra. Vincerà chi troverà il nostro sostegno.

Si ricandiderà alle prossime elezioni?

Se Celli si candida al Comune mi candiderò di nuovo in Municipio. Poi basta. Credo che due consigliature per tutti siano sufficienti.  Mi piacerebbe che Mastrangeli passasse con noi in modo da avere un candidato forte e prenderci un assessorato.

Federica Graziani

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/mattei-un-presidente-di-opposizione/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.