«

»

Stampa Articolo

Mattei rompe con Celli

Maurizio MatteiNonostante il divorzio Mattei ha sostenuto la nomina di assessore di Domenico Verticchio, uomo di Celli, condannando tutti i componenti della Lista Civica.
E’ il nuovo Vicepresidente del Consiglio. Mattei ha sostenuto Domenico Verticchio, uomo di Celli, nella nuova Giunta. Sua, quindi, la responsabilità di aver fatto perdere all’intera Lista Civica la possibilità di strappare l’incarico della Presidenza del Consiglio.

Prima del Consiglio c’è stata un po’ di maretta per la candidatura della Consolino a Presidente del Consiglio come mai?

La Lista Civica non era d’accordo per la scelta della Consolino. Scipioni mi aveva chiesto la disponibilità di fare il Vicepresidente del Municipio con delega di assessore forte. L’ho ringraziato ma come area politica chiedevo un assessore tecnico, Domenico Verticchio. Ho dato la mia disponibilità per la Presidenza del Consiglio. All’inizio Scipioni ha detto no, poi mi ha detto che avrebbe proposto il mio nome al gruppo del Pd, e così è stato. Molti mi hanno detto che mi avrebbero sostenuto, ma davanti al Presidente si sono tirati indietro. Gli unici del Pd ad avermi sostenuto sono stati Grasso, Gasparutto e Angelucci. Il Pd è tornato indietro sulla scelta. La spiegazione che mi è stata fornita è quella della discontinuità, perché mi hanno accusato di aver fatto per due mesi il presidente del consiglio con l’amministrazione  Lorenzotti. Questo mi ha fatto andare su tutte le furie. Fare il Presidente del Consiglio nella scorsa amministrazione è stato un modo per dare uno schiaffo a Lorenzotti. E’ una scusa che hanno messo. Ho accettato comunque la Vicepresidenza del Consiglio. La Lista Civica ha votato la Consolino solo per un senso di responsabilità, visto che eravamo al primo consiglio e la maggioranza non poteva presentarsi spaccata.

La Lista Civica non digerisce bene il nome di Verticchio..

Si, lo so. Gli altri non lo volevano. Io ho un rapporto di anni con Verticchio, li capisco. Anche Sbardella poi ha accettato la sua candidatura, solo Di Bella non è d’accordo per motivi personali.

Con Celli ha rotto?

Sono rimasto 31 anni con Celli e sono molto deluso. L’impegno con Verticchio l’avevo preso in precedenza alla rottura con Celli e ho deciso di rispettarlo comunque per amicizia.

Non sarebbe stato un atto dovuto da parte di Celli proporre il suo nome per l’assessorato?

Sembrerebbe di no visto che alle elezioni io avrei dovuto girare intorno ai 650 voti e invece ho ottenuto nemmeno la metà. Celli non avrà più fiducia in me, resta però un bel rapporto con Quadrana. E’ più di un mese che non lo sento. Sono rimasto deluso perché mi aspettavo una candidatura a livello comunale, forse ho pagato il fatto che avevo detto di non seguire la linea Marchini. Se mi sfilavo su Verticchio l’assessorato sarebbe andato ad uno della nostra lista.

Non le sembra che alla Lista Civica siano rimaste le briciole?

Quattro assessori al Pd sono tantissimi, più il presidente, più il presidente del consiglio. Quando c’è stato il problema della presidenza del consiglio io ho chiesto di togliere un assessore al Pd. Non vorrei che questi assessori saranno amici o servi sciocchi, troppo vicini al Presidente.

Federica Graziani

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/mattei-rompe-con-celli-2/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.