«

»

Stampa Articolo

Manutenzione stradale, lavori a metà

via-polense-i-tombini-asfaltati-e-poi-ritagliatiOrmai da qualche mese spopolano i post su Facebook dei consiglieri Cinque Stelle che fanno vedere tratti di strada asfaltata accanto a com’era prima dell’intervento. Qualcuno fa notare però che il prima e il dopo convivono…

I primi interventi degni di nota sono stati fatti per opera del Simu (Sviluppo Infrastrutture e Manutenzione Urbana), responsabile della manutenzione delle strade ad alta viabilità come la Collatina o la Polense. La propaganda pentastellata non si era fatta desiderare, si urlava al miracolo, e in effetti vedere lavori stradali in quelle zone dimenticate già di per sé potrebbe essere un successo. Qual è il problema allora?

Parlando di via Polense, nel tratto che conduce dal Fosso dell’Osa a Castelverde, il prima e il dopo inguaiano in qualche modo chi, durante la campagna elettorale, proclamava lavori eseguiti a regola d’arte. La domanda di Andrea De Carolis, ex Assessore ai Lavori Pubblici, sorge spontanea: “Chi collauderà e approverà i lavori eseguiti, visto che le caditoie, le cui ostruzioni sono la causa principale dei continui allagamenti di cui soffre la periferia romana e l’intera città in genere, sono state asfaltate invece che pulite?”. Questa domanda forse aveva già trovato risposta, visto che soltanto il 28 giugno si è tornati sui propri passi, con gli operai intenti al ripristino delle caditoie asfaltate per errore.

Se i lavori di competenza comunale lasciano a desiderare, come quelli fatti su via Polense, Collatina e sul viale di Tor Bella Monaca, dove regna l’asfalto a “macchia di leopardo”, quelli municipali destano ulteriori perplessità. Molto interessante la resa dell’asfalto su viale Duilio Cambellotti, dietro il Municipio a Tor Bella Monaca, ma forse è l’unico caso. Inizialmente si era deciso di procedere per “quadrotti”, cioè asportare quadrati di asfalto, con tanto di fresatura del vecchio conglomerato, la spazzatura del fresato e la spruzzatura sul fondo stradale di emulsione bituminosa atta a tenere aderente il nuovo asfalto. I costi erano ovviamente molto alti e dal Comune non erano arrivati abbastanza fondi.

Ad oggi la situazione è ambigua: i lavori procedono a rilento ma comunque qualcosa si è mosso. Oltre il miracoloso intervento sulla via Polense quello su via di Torrenova, per i quali va comunque dato merito a questa Amministrazione, nel bene e nel male. Fatti alcuni metri di alcune strade, tuttavia, la manutenzione stradale si è limitata a colmare le buche, esattamente come facevano le precedenti amministrazioni aspramente criticate. Un dietrofront grillino? Si era parlato a inizio consiliatura di ditta operativa e ditta di controllo, di attenzione e cura dei dettagli: i risultati, probabilmente, sono sotto gli occhi di tutti. L’ultima Risoluzione del 23 maggio scorso sottolineava che per rifare tutti i 600 km di strade occorrerebbero circa 250 milioni di euro, contro i soli 800mila disponibili, con i quali si potranno rifare appena 2 km. Sono così state individuate dalla maggioranza le strade da rifare, seppur a metà (e forse anche meno): via dell’Archeologia (Tor Bella Monaca), via Walter Tobagi (Torre Maura), via Massa di San Giuliano (Castelverde), via Caltagirone e via di Salone (Ponte di Nona).  Flavio Quintilli

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/manutenzione-stradale-lavori-a-meta/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.