«

»

Stampa Articolo

L’ovile di via Saliola ritorna in Commissione

CommissioneSocialeGiovedì 31 ottobre, alla Commissione Sociale del nostro Municipio, hanno partecipato due membri dei comitati dei quartieri interessati ed il Comandante dei Vigili Urbani del VI Gruppo, Dott. Bracci.

L’ovile di via Saliola sorge in un campo sito a metà strada tra i quartieri di Nuova Ponte di Nona e Colle Degli Abeti. Il proprietario, il sig. Salvatore Cocco, ha ottenuto trent’anni fa la concessione alla pastorizia in quanto il terreno su cui sorge l’allevamento è di proprietà del Comune. I quartieri di Nuova Ponte di Nona e Colle Degli Abeti, invece, sono nati nel 2001. In tredici anni, le Istituzioni non hanno mai saputo risolvere il problema. O meglio, non se ne sono mai interessati. Solo a marzo 2013 i Vigili Urbani, sotto le direttive del Sindaco, hanno individuato un terreno di circa quaranta ettari a Castel Di Guido su cui spostare l’ovile. Il 10 aprile tutto doveva concludersi con questa decisione, ma non fu così. Da quel momento, il nulla.

Ad oggi, con la nuova Amministrazione, si vuole trovare una soluzione concreta. In Commissione, a livello politico, erano presenti esclusivamente il Presidente Daniele Grasso, la Vicepresidente Veronica Mammì (M5S), il Presidente del Consiglio Ambra Consolino ed il Consigliere Mattei (Pd). Del centrodestra, nemmeno l’ombra. Il Dott. Bracci, ad inizio incontro, ha espresso l”inutilità’, se così vogliamo dire, di affrontare nuovamente il problema in Commissione. Il motivo è semplice: non ci sono novità, in questi ultimi mesi non sono arrivate più segnalazioni dal Comune o dal Municipio sulla questione. A tirar fuori argomenti e spunti di riflessione i due rappresentanti dei cittadini: Federico Verdicchio, Presidente del CDQ Colle Degli Abeti e Chiara Del Guerra, membro del CDQ Nuova Ponte di Nona. Per tutta la durata della Commissione, sono stati, infatti, loro a mostrare una grande conoscenza dei fatti ed a mandare avanti la discussione, insieme alla Consigliera Mammì. Nel corso del dibattito, dunque, sono state espresse delle richieste: la prima consiste nello smantellamento della parte abusiva, composta da baracche e da roulotte.

Al riguardo, Federico Verdicchio ammette: “Se io tirassi su una baracca nel mio giardino, come minimo mi verrebbe fatta causa e verrei costretto a smantellare tutto”. Per quanto riguarda, invece, la presenza dell’ovile stesso, vengono esposte due soluzioni: o si riprova con la strada dello spostamento dell’ovile su di un terreno più idoneo, scelta condivisa dal pastore stesso, oppure si trova il modo di rendere l’ovile più “accettabile” nel contesto urbano. La richiesta proposta da Chiara Del Guerra è, infatti, quella di organizzare una fattoria didattica nella quale accogliere visitatori, soprattutto bambini. Questa istanza viene ben accolta dalla Consigliera Mammì, la quale ammette l’importanza della conservazione di questi lavori che, nella nostra Capitale, stanno man mano scomparendo. Questa richiesta, dunque, sembrerebbe la più accreditata. Ovviamente, l’ovile ha bisogno di un grande rinnovamento strutturale ed igienico per permettere che ciò avvenga.

Ci auguriamo, sinceramente, che ciò si avveri. Sarebbe alquanto tragico se le Istituzioni, municipale o comunale, non riuscissero a risolvere il problema di qualche pecora…

Lucrezia La Gatta

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/lovile-di-via-saliola-ritorna-in-commissione/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.