«

»

Stampa Articolo

Lo Giudice: “Clima da normalizzazione sovietica”

Lo GiudiceIl coordinatore del circolo Pd di Finocchio – Borghesiana ha presentato ricorso relativo all’andamento del congresso che lo ha visto tra i candidati.

Un incremento del 160% di iscrizioni per il circolo Pd di Finocchio – Borghesiana. Da 84 iscritti del 2012 si è passati a 224 iscritti e, secondo Lo Giudice, coordinatore uscente di questo circolo, questi dati non hanno nulla a che fare con la voglia di militanza politica. Nel ricorso di Lo Giudice, presentato alla Commissione dei Garanti del Pd, si leggono pesanti accuse di alcuni tesserati del circolo: in particolare quella di un’ iscritta, che testimoniava sul verbale di fine congresso di “essere venuta a conoscenza di reiterate indicazioni di voto rivolte ad alcuni iscritti. Questi esibivano un foglietto dove erano riportati prestampati i nomi di Ferri, Giuntella, Cuperlo, e affermavano di avere ricevuto la somma di € 20”. A sfidare Lo Giudice alla carica di coordinatore di circolo di Finocchio – Borghesiana, Emanuele Ferri iscritto, guarda un po’, al circolo Pd di Torre Spaccata, che solo la notte prima del congresso ha ottenuto il trasferimento per potersi candidare in questa sezione.  Persona che gli iscritti del circolo non avevano mai visto in nessuna iniziativa politica del territorio.

Cominciamo a spiegare i fatti che hanno inquinato  il congresso del circolo di Finocchio – Borghesiana…

Quando si fa qualunque tipo di elezione, l’elettore che va al seggio deve trovare esposte le liste e i candidati che concorrono. Nel congresso del nostro circolo questo non è accaduto. Quindi l’elettore non sapeva per chi votare. Per i trasferimenti da un circolo ad un altro è la commissione preposta che deve dare l’autorizzazione e comunicarla per iscritto al presidente del seggio. Dell’altro candidato, che doveva concorrere con me all’elezione di coordinatore, non è stata data comunicazione: questo trasferimento arrivava dal circolo di Torre Spaccata. Per concorrere a coordinatore, da regolamento, bisognava essere iscritti nel 2012 e aver rinnovato la tessera nel 2013. Noi avevamo posto come circolo, insieme al coordinatore facente funzioni del circolo del versante prenestino, alla Federazione una domanda scritta: se uno viene da Testaccio e vuole concorrere al circolo di Finocchio lo può fare? Ci hanno risposto di sì in linea teorica, ma in linea pratica serviva un altro requisito: il nullaosta per il trasferimento. Ci hanno addirittura detto che per non inquinare lo svolgimento dei congressi non avrebbero concesso trasferimenti.

E invece hanno accettato il trasferimento di Emanuele Ferri in corsa per la carica di coordinatore di circolo di Finocchio – Borghesiana…

Si infatti. Si è riunita la commissione per i trasferimenti venerdì 25 ottobre, la sera molto tardi, e all’esame della commissione c’erano 40 richieste di  trasferimenti, guarda caso, dal circolo Torre Spaccata verso gli altri circoli del VI municipio. Il Presidente della Commissione comunica che aveva già dato indicazione che i trasferimenti dovevano essere bloccati, la commissione comincia a discutere animatamente e, a mezzanotte, convengono, per non rompere l’unanimità che ha sempre contraddistinto le decisioni della commissione, che  solo due trasferimenti verranno accettati e, guarda caso, sono trasferimenti  dal circolo di Torre Spaccata a quello di Borghesiana – Finocchio.  Un trasferimento viene concesso a Emanuele Ferri che cosi ottiene il nulla osta per  concorrere all’elezione di coordinatore di circolo, l’altro  trasferimento ad un iscritto de circolo di Torre Spaccata che potrà votare al congresso del nostro circolo La comunicazione dell’avvenuto trasferimento non viene data al coordinatore del circolo di Borghesiana – Finocchio come stabilisce il nostro statuto. Non viene data comunicazione nemmeno al garante che deve presiedere il congresso.  Iniziamo quindi il congresso, nella presentazione delle candidature accludo la circolare che mi ha dato la commissione preposta ai trasferimenti, dicendo che noi non abbiamo ricevuto alcuna comunicazione e quindi l’altra candidatura a coordinatore non ha i requisiti richiesti per concorrere alla carica, quindi non può essere accettata. Il garante telefona in Federazione e gli comunicano che il trasferimento è avvenuto, quindi non secondo la normale procedura.

Avete notato atteggiamenti strani durante il congresso?

Un’affluenza così enorme non l’avevamo mai vista. In alcuni momenti non si riusciva a camminare e all’ingresso non si riusciva ad entrare. Inoltre, il nostro congresso si è svolto alla presenza del Presidente del Municipio, Marco Scipioni, di tre assessori, Mastrangeli, Alveti e Verticchio. Erano presenti anche il fratello del Presidente, il nipote del Presidente e molti consiglieri municipali. Abbiamo visto gente, conosciuta di Finocchio, che fa i salti mortali per arrivare a fine mese, che avevano in mano i 20 euro per tesserarsi.  Una nostra iscritta, come riportato anche nel verbale di scrutinio, ha sentito parlare le persone in fila riguardo alla restituzione dei 20 euro.  Scene apocalittiche, che io non avevo mai visto nella mia vita politica. Vecchietti di 83 – 84 anni venire a  iscriversi e votare, camminare con le stampelle. Molti cittadini se ne sono andati disgustati e non hanno votato. E poi file di stranieri, nigeriani soprattutto, tutti venuti ad iscriversi e votare. Abbiamo quindi chiesto nel ricorso presentatoche venga fatta  una verifica sulle persone aventi diritto al voto.

Un vero boom di iscrizioni quindi…

Noi nel 2012 avevamo 84 iscritti, quindi io dalla Federazione avevo avuto le 84 tessere più 25 bianche. Nel momento che ho esaurito nel corso della settimana le 25 bianche, la Federazione mi dice che me ne avrebbe date altre, a condizione che io portassi da loro quelle nuove compilate. Così ho fatto e ho ritirato altre 20 tessere. Chiedo, in caso di esaurimento tessere, come mi devo comportare e mi rispondono che in sede congressuale il garante ne avrebbe portate altre. Le 20 tessere che io ho avuto sono finite e il garante ha portato altre 20 tessere. La Federazione aveva mandato una circolare dove specificava che, qualora le 20 tessere che aveva il garante fossero finite, lo stesso avrebbe provveduto a segnare in un registro i nuovi iscritti.  Nei giorni precedenti il congresso e a conclusione dello stesso, abbiamo totalizzato 224 tesseramenti, di cui solo 68 dei vecchi 84.

Che clima si respirava durante il congresso?

La presenza del Presidente e degli assessori è stata invasiva, c’era un clima quasi di intimidazione psicologica. Molti infatti se ne sono andati. C’era un clima di ‘normalizzazione sovietica’, perché allo stato attuale devono essere eletti gli amici o i fedelissimi del Presidente. La prova è che al mio circolo viene eletta una persona proveniente da Torre Spaccata, a Villaggio Breda viene eletta la De Pietro, molto amica del Presidente e madre dell’Assessore Di Maso; a Tor Bella Monaca il fratello del Presidente, Franco Scipioni… Questa grande affluenza non è certo frutto del caso, ma di una compravendita di tessere  operata da chi non sappiamo, perché, ripeto, persone che non arrivano a fine mese, che conosciamo benissimo, che vengono a fare le tessere a 20 euro non sta né in cielo né in terra.

Quale è stato l’esito del congresso del suo circolo?

Io ho preso 36 voti, il concorrente, Emanuele Ferri, ne ha presi 119. Consideri che io non avevo fatto campagna elettorale perché ero certo che non ci fossero altri concorrenti, visto che non avevo avuto comunicazione di trasferimenti da parte della commissione; inoltre rispetto a chi all’ultimo momento porta centinaia di persone ad iscriversi nei nostri circoli non può esserci partita che si può vincere.

Resterà all’interno del Pd?

Io non esco e non  restituirò la tessera del PD  Se c’è qualcuno che vuole calpestare l’etica e la morale del nostro partito, o intimidirci dovrà rifare i conti, lotteremo  insieme, affinché  i valori dell’onestà,della, lealtà, del rispetto delle regole continuano ad essere i valori che contraddistinguano l’immagine PD. Una prima misura a conclusione del nostro congresso è già stata assunta dalla commissione per i congressi; il nostro congresso è stato messo in sub judice e cioè in sospensione di giudizio.

Federica Graziani

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/lo-giudice-clima-da-normalizzazione-sovietica/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.