«

»

Stampa Articolo

Libertà di stampa, si pronuncia il Segretariato Generale

libertà di stampaRisponde alle contestazioni presentate dal Movimento 5 Stelle il Segretariato Generale.

E pensare che il Presidente del Municipio, Marco Scipioni, e i suoi fedelissimi consiglieri sventolavano trionfanti la lettera di risposta del Segretariato Generale rispetto alle irregolarità riscontrate dal Movimento 5 Stelle al Presidente del Consiglio Ambra Consolino. Soprattutto la presunta vittoria millantata da Scipioni, durante la riunione con il suo gruppo politico, era riscontrabile proprio nelle parole del Segretariato sul tema delle videoriprese per i giornalisti.

Una felicità preoccupante, che denota o l’incapacità di leggere l’italiano o un inganno che i scipioniani vorrebbero propinare ai loro elettori. Infatti il Segretariato scrive: “Disciplina delle riprese in Aula. Risulta che il Presidente del Consiglio, nella sua responsabilità di assicurare il corretto svolgimento delle sedute e in attuazione di quanto stabilito dall’art. 35 del Regolamento di codesto Municipio, si sia avvalso dei suoi poteri di direzione e disciplina dei avori per regolamentare, ancorché in via provvisoria, le attività di ripresa e trasmissione delle riunioni. In assenza di una auspicabile disciplina organica da parte dell’Assemblea o dell’Ufficio di Presidenza, ai quali compete l’adozione di deliberazioni di natura organizzativa e funzionale, tale responsabilità non può che rinvenirsi nella titolarità del Presidente del Consiglio, il quale, nel caso in esame, ha ritenuto di adottare una apposita disposizione. Quanto ai contenuti di tale atto, il Direttore del Municipio ha reso nota l’intenzione dello stesso Presidente di avviare a breve, nella competente Commissione, le opportune iniziative di confronto per giungere a una disciplina condivisa.

In tale sede sarà pertanto possibile procedere agli approfondimenti ritenuti opportuni e alla migliore definizione delle misure occorrenti, con particolare riguardo alla necessità di contemperare la libertà di informazione e il diritto di cronaca con le esigenze di tutela della riservatezza e di ordinato svolgimento dei lavori, le cui modalità devono trovare idoneo bilanciamento”. Ricordiamo che la richiesta del Movimento 5 Stelle era stata fatta prima che si scoprisse che la Disposizione n. 3 era stata redatta all’insaputa di tutto l’Ufficio Presidenza. Il Regolamento infatti stabilisce che gli atti del Presidente del Consiglio sono validi se sottoposti anche ai due vicepresidenti. Inoltre, il Segretariato non si esprime sui contenuti della disposizione, anzi auspica che sia rispettato il diritto di cronaca e la libertà di stampa. Così come è stato espresso dalle commissioni Regolamento e Controllo e Garanzia. E’ proprio triste non saper perdere caro Presidente del Municipio!

Federica Graziani

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/liberta-di-stampa-si-pronuncia-il-segretariato-generale/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.