«

»

Stampa Articolo

L’Asl rompe il silenzio

Ingresso presidio ASL al terzo piano3Dopo quasi due mesi l’Azienda Sanitaria Locale Roma/B replica alle nostre domande sulla controversa delibera n.808/2013, che stabilisce l’accorpamento di 5 presidi sanitari in uno solo a Grotte Celoni, fortemente depotenziato e criticato dai cittadini. 
Sono giunte alla nostra redazione le risposte sulla spinosa questione del nuovo centro sanitario in via Casilina 1665, che sta scatenando presso l’opinione pubblica e la cittadinanza del VI grida di protesta e denuncia. A prendere la parola il facente funzioni di Direttore Sanitario Asl Rm/B, Dott. Concetto Saffioti.
Quanti e quali servizi attualmente sono attivi all’interno del nuovo presidio Asl di via Casilina 1665? 
All’interno del nuovo Presidio ASL di Via Casilina n. 1665 sono attivi i servizi socio-sanitari del TSMREE (ex via Capitini ed ex via Breda) e della Medicina Preventiva (ex Via Breda).
E’ attivo il centro vaccinazioni prima in via delle Canapiglie numero 100?
Il Servizio di Medicina Preventiva (Centro Vaccinazioni) di Via delle Canapiglie 100 verrà trasferito a via Casilina 1665 entro aprile 2014.
Sarebbe possibile sapere quando sarà compiutamente trasferito nel nuovo presidio anche il centro riabilitazione (50% PIANO T.S.M.R.E.E.) che prima si trovava in viale Bruno Rizzieri 226?
Il servizio TSMREE di via Rizzieri 226 non è ancora stato trasferito anche in attesa della ridefinizione dei confini della ASL e conseguente riorganizzazione a seguito all’accorpamento dei Municipi; inoltre al momento è sospesa la trattativa sul contratto di locazione di via Rizzieri per le suddette ragioni organizzative e per il mancato rispetto delle condizioni contrattuali da parte della proprietà privata.
Preso atto, stando alla delibera 808 del 15 luglio 2013, della non idoneità delle sedi del 3° Distretto oggetto di chiusura a ospitare i servizi sanitari, a cosa, o a quale ente, verranno destinati i 5 presidi ora dismessi? Rimarranno al Comune e all’ATER?
Dei 5 presidi ora dismessi, due sono tornati ai legittimi proprietari, privati (via Giuturna e via Aldo Capitini), uno è ancora in uso (via Rizzieri), ed i restanti due sono stati regolarmente restituiti agli enti proprietari (Comune di Roma e ATER).
Quali sono stati i motivi, se presenti, del trasferimento del centro diurno/CSM prima attivo in via Giuturna al presidio in via Manfredonia, ubicato non nel 3° ma nel 2° Distretto?
Il centro diurno di via Giuturna è stato spostato in via Manfredonia in quanto le persone che lo frequentano sono residenti nell’ VII Municipio ed anche per ragioni di risparmio economico.
Preso atto che non è giunta alcuna offerta in risposta al bando di ricerca immobile per la Zona di Ponte di Nona  e preso atto della dismissione del presidio di via Aldo Capitini, risulta buon proposito dell’Asl Rm/B incrementare al più presto i servizi sanitari nel quartiere Ponte di Nona, in continua crescita demografica?
Per l’incremento dei servizi sanitari il bando è andato deserto, tuttavia la chiusura di via Aldo Capitini è ininfluente sia per la collocazione geografica sia per i servizi erogati; inoltre in zona Borghesiana è attivo un Poliambulatorio recente e completo (via Torricella Sicura); Inoltre sono state intraprese azioni con la Direzione dell’ARES 118 per liberare circa 70 mq utili nel presidio di via Tommaso Agudio,  onde aumentare l’offerta sanitaria.
Nella delibera sono espressi i costi di manutenzione annuo che l’amministrazione avrebbe speso per i 5 presidi asl ora dismessi, per un totale di 47.672,66 euro. è stato L’U.O.C. INGEGNERIA a valutare una spesa di 18mila euro annui per uno spazio di 384 mq (Via delle Canapiglie) e 0 per il nuovo locale? Non credete che quei 47 mila euro siano da attribuire a spese di ristrutturazione,  piuttosto che da corrispondere in modo continuativo per 12 anni (6 anni + 6 al momento della stipula del contratto) come invece sembra risultare dalla delibera 808?
La Regione Lazio, con nota prot. R.L. n. 7/nc del 01/03/2012 ha diramato un Decalogo di interventi a valenza economica per l’anno 2011. Quest’Azienda ha sviluppato un piano per la riorganizzazione degli spazi aziendali ed ha esaminato gli esiti che tali interventi necessariamente producono sull’economicità della gestione dei contratti di locazione passive legate agli immobili di terzi.
Nel caso del Presidio di via Casilina 1665, questa è struttura di nuova costruzione, in perfetto stato di conservazione, dotato di parcheggi esterni, servizi commerciali e nuova fermata della metropolitana (Grotte Celoni), di imminente apertura. L’accorpamento ha determinato un ulteriore taglio dei costi fissi per il servizio di vigilanza  e per la pulizia dei locali. Analogamente i costi di manutenzione ordinaria e straordinaria vengono ridotti in conseguenza dell’ottimo stato della nuova struttura e della riduzione delle cubature.
I costi espressi nelle delibera n. 808/2013, per un totale di Euro 47.672,66, sono principalmente correlati ai contratti di gestione (Multiservizi e pulizie) e non a lavori di manutenzione.
Manuel Manchi

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/lasl-rompe-il-silenzio/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.