«

»

Stampa Articolo

La sobria campagna pro Cremonesi

Fabrizio Cremonesi e’ il candidato scelto dal gruppo dirigente del Partito Democratico del Municipio delle Torri.

Alle regionali Cremonesi appoggia Pelonzi, anche se tutto il gruppo dirigente, che ora sosterrà lui alle primarie del centrosinistra per la Presidenza del Municipio, sosteneva Scorzoni. Tutti coloro che oggi l’appoggiano non hanno potuto godere del suo sostegno nei confronti del candidato prescelto per le regionali: Fabrizio Scorzoni. Almeno non un sostegno ufficiale. La questione si presta a diverse letture. Il Pd locale, legato al gruppo di Scorzoni, non è stato in grado di formare un candidato in questi anni di Amministrazione Lorenzotti. Mancanza di alternative quindi. Si potrebbe poi pensare ad una candidatura ‘civetta’. Alle primarie correrà anche l’acerrimo nemico Scipioni. Il gruppo dirigente non può non proporre una sua alternativa, quindi punta alla più scontata per anzianità e per capacità di mediazione. Ai piani alti del Pd locale la scelta di Cremonesi pare la più giusta, ma sanno bene che è difficile spendere la sua figura nella società civile. Se si fanno quattro chiacchiere tra gli iscritti dei circoli del Pd del territorio si ripete sempre la stessa frase: “Non abbiamo altre alternative”. Se a questo quadro si aggiunge il fatto che Cremonesi, a differenza dei suoi avversari, non ha organizzato grandi eventi per proporre la sua candidatura sul territorio; che, a parte qualche messaggio di sostegno su alcuni periodici locali e sul web dei dirigenti del Pd locale, nessuno si sta strappando le vesti,  viene da pensare che qualcosa di strano ci sia. Non è un mistero che il vero obiettivo del Pd locale è quello di sconfiggere Scipioni. Che se vincesse porterebbe il Pd del Municipio ad una situazione ingestibile: il candidato presidente sarebbe colui che non riconosce il segretario municipale, così come il gruppo dirigente. Potrebbe essere, ma è solo un’ipotesi, che alla fine, nel timore di vedere vincitore Scipioni, si opti per sostenere, almeno in parte, Mastrantonio. In modo che sia Cremonesi che Mastrantonio si tengano a distanza di sicurezza dall’agguerrito Scipioni. E se a vincere fosse il candidato di Sel gli si presenterebbe il conto con la richiesta di un assessorato per il perdente Cremonesi. Una calma apparente, strana per il Pd VI (ex VIII) che ci ha abituati ad una maggiore propensione al protagonismo. Nemmeno all’interno dei circoli si fanno iniziative. Tutto tace. E mentre Mastrantonio trotta in giro per il Municipio delle Torri per incontrare persone, Cremonesi si chiude nelle sue stanze. O quasi. Scipioni, intanto, continua ad organizzare un evento dopo l’altro, aumentando il numero dei suoi sostenitori.

Federica Graziani

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/la-sobria-campagna-pro-cremonesi/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.