«

»

Stampa Articolo

La nuova Consulta Cultura si fa attendere

Massimo Sbardella pres comm culturaAlcune associazioni iniziano a perdere la pazienza, ma il ritardo nella nomina dell’organo dipenderebbero dagli uffici: “Solo quando sarà pronta la nuova lista delle realtà associazionistiche Scipioni potrà convocare la riunione per la nomina del Presidente”. 
Dal 9 luglio, data della Commissione Scuola e Cultura in cui è stato votato il nuovo regolamento della Consulta Cultura, quasi nulla è cambiato. Dal 2013 la presidenza dell’organo di rappresentanza dell’attività associazionistica in VI è vacante. Proprio quel 9 luglio il Presidente della Commissione Sbardella ipotizzava le nuove elezioni per settembre. Alcune associazioni si sono lamentate dei ritardi, uno su tutti Massimo Filipponi, Presidente Associazione Sirio87 di Tor Bella Monaca: “Questo procrastinare mi sembra un atto studiato. Non vorrei che non votando venga confermata la presidenza ‘ad interim’ di Cesarini, Presidente Consulta Cultura, fino al 2013, ndr). Sbardella dovrebbe vigilare e impegnarsi affinchè il lavoro della sua Commissione non venga vanificato”.
Abbiamo contattato lo stesso Sbardella che ha prontamente dichiarato: “Noi abbiamo svolto il nostro compito, ora convocare la riunione per la nuova Consulta, e quindi l’elezione del nuovo Presidente, spetta a Scipioni o all’Assessore Scuola e Cultura, Di Maso”. Cosa attende dunque Scipioni per convocare il nuovo direttivo? “Il registro delle associazioni – continua il Consigliere – è stato riaperto dagli uffici, ma non è ancora pronta la lista definitiva che raggruppi enti del territorio vecchi e nuovi. Bisogna anche valutare quale associazione sia intenzionata a entrare in Consulta e quale invece voglia solo iscriversi al registro”. Conferma tali dichiarazioni anche l’ultimo Presidente, Benedetto Cesarini: “Dal Municipio stanno aspettando che venga aggiornato l’albo, sono ancora in atto alcune iscrizioni. Una volta valutate tutte le domande, gli uffici pubblicheranno la lista e la graduatoria aggiornata. Personalmente settembre mi sembrava una data irrealistica per la convocazione, inoltre la formazione della Consulta resta a discrezione del Presidente, che potrebbe decidere di non costituirla”. Si tratterebbe di un nuovo atto personalistico, che non tiene conto del lavoro delle commissioni e dei consiglieri.
Manuel Manchi
 

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/la-nuova-consulta-cultura-si-fa-attendere/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.