«

»

Stampa Articolo

VI Municipio. “Su la testa!”: l’Anpi rilancia la sfida sul territorio

incontro-anpi-2Si è svolto il 7 settembre a Tor Bella Monaca, nei locali del “Booklet Le Torri”, l’incontro pubblico organizzato dall’Anpi del VI Municipio – “sezione Nascimben”: un momento di riflessione per l’associazione e i suoi iscritti sul ruolo attivo dell’antifascismo nella società contemporanea. 

“Questo è un luogo che mantiene alti i valori costituzionali dell’antifascismo e dell’antirazzismo, un luogo che vuole rappresentare la cultura e che quindi è giusto che ospiti chi quei valori li rappresenta e li difende da sempre”.

Alessandra Laterza, proprietaria della libreria “Booklet Le Torri”, fa così gli onori di casa, ringraziando tutti per la partecipazione e ricordando con commozione, a pochi giorni dal suo compleanno, Elisa Costanzo, giornalista Rai prematuramente scomparsa lo scorso anno.

La parola passa al segretario Anpi del circolo Nascimben, Roberto Catracchia che, nella sua relazione iniziale, analizza la fase politica e la crisi, sia economica che sociale, che sta attraversando il nostro Paese.

“Una crisi senza precedenti che deve farci interrogare per primi su quale sia il contributo che l’Anpi può dare alla società. E dobbiamo farlo partendo proprio da questo territorio, dal lavoro fatto fino adesso e da quello che continueremo a fare. Assistiamo oggi al ritorno di ideologie che speravamo sopite per sempre, con la democrazia sotto attacco tout court, in tutte le sue forme, dai partiti alle associazioni, passando per le organizzazioni sindacali”.

Il segretario Anpi continua il suo intervento paragonando l’associazione dei partigiani ad un vecchio saggio, che deve recuperare il suo ruolo didascalico e ricordare ai partiti quale sia la loro funzione nell’esercizio del gioco democratico.

Roberto Catracchia, segretario dell'Anpi circolo Nascimben e Fabrizio De Santis, Segretario provinciale

Roberto Catracchia, segretario dell’Anpi circolo Nascimben e Fabrizio De Santis, Segretario provinciale

“Dobbiamo essere in grado di cogliere la complessità della sfida in atto ed attrezzarci in modo consapevole per contrastare la propaganda di odio e violenza che questo governo ha innescato e riuscire ad essere garanti di un movimento unitario antifascista”.

In questo senso assumono un’ importanza particolare le iniziative sulla Memoria e sulla Resistenza svolte nel corso dell’anno, come per esempio il lavoro sull’occupazione militare nazista a Torre Gaia, o quella sulle “donne resistenti”, portate avanti insieme alle scuole del territorio. Un territorio quello delle Torri troppo spesso interessato dalle incursioni di organizzazioni neofasciste che tentano di gettare benzina sul fuoco, alimentando tensioni sociali che hanno il solo scopo di canalizzare la rabbia sociale verso il più debole, lo straniero, il diverso.

Proprio in questa direzione va la risoluzione presentata in Municipio per la creazione di un osservatorio sulla legalità costituzionale che vigili sulle richieste di utilizzo di spazi pubblici, nel rispetto della “XII Norma Transitoria e Finale della Costituzione” (che vieta sia la riorganizzazione del partito fascista, e l’apologia stessa). Una richiesta che però fino ad ora si è scontrata con il giustificazionismo dell’Amministrazione Municipale, che non si è mai espressa in modo definitivo, a tal punto che l’Anpi ha richiesto un incontro con il Comune e la Regione in merito.

“Non possiamo accettare che si fomenti la guerra tra poveri, soprattutto in un territorio difficile come il nostro, anche l’Anpi dobbiamo tornare ad esprimere una funzione antifascista attiva ed operante sul territorio. Non si tratta più di salvare l’esistente, ma di salvarsi da esso. Ce la faremo solo se, insieme alle altre associazioni, ai movimenti e ai sindacati , riscopriremo il ricongiungimento tra politica e sociale, avendo sempre come faro-guida la carta costituzionale”.

Gli fa eco il segretario provinciale Fabrizio De Santis, che ripercorre gli episodi di violenza e razzismo che hanno caratterizzato gli ultimi mesi in Italia e non solo: “Abbiamo visto sparare e uccidere i migranti nel nostro paese, abbiamo visto i porti chiusi all’umanità, ronde nelle strade e nelle spiagge a caccia dell’abusivo, del clandestino, quasi sempre dello straniero. Abbiamo visto i polgrom in Germania da parte dei militanti di AFD e più in generale, ciò che prima non era costituzionalmente accettabile né ammissibile, oggi viene addirittura incoraggiato, incitato dalla propaganda del Governo”.

Non usa mezzi termini De Santis anche quando definisce reazionarie le politiche dell’Esecutivo giallo-verde: “Proprio ieri c’è stata la notizia del duro attacco del Ministro dell’Interno sulla questione delle occupazioni abitative. L’Anpi ha il dovere di prendere parola, la proprietà privata nel nostro ordinamento non è sacra, come invece crede il ministro Salvini, ma deve avere una funzione sociale”.

 “La crisi esiste, la rabbia sociale ha delle motivazioni oggettive, ma dobbiamo trovare soluzioni che siano alla portata di tutti e che non siano escludenti – continua il segretario Anpi – Anche negli anni 20 c’era una crisi profonda sia sociale che economica, la stessa che ha poi permesso il radicalizzarsi su posizioni nazionaliste. Non possiamo solo lanciare l’allarme, dobbiamo anche contrastarlo”.

All’incontro ha partecipato anche il segretario e consigliere dem del VI municipio Fabrizio Compagnone: “È  fondamentale che le varie forze politiche e democratiche sostengano ed esprimano vicinanza all’Anpi, proprio per ritrovare quell’unità di intenti, utile a fermare l’avanzata  di rigurgiti nazionalisti e xenofobi che stanno attanagliando il Paese. Per noi è una scelta naturale, che non possiamo delegare a nessun altro, essendo anche l’unico partito di sinistra all’opposizione eletto in municipio”. Giacomo Capriotti

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/iv-municipio-su-la-testa-lanpi-rilancia-la-sfida-sul-territorio/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.