«

»

Stampa Articolo

In fiamme un capannone di casalinghi gestito da cinesi

Incendio capannone cinesi (2)Alle ore 22:30 circa di ieri sera, in via della Cisternola zona via dell’Omo, è divampato un grosso incendio all’interno di uno dei tanti capannoni gestiti da cinesi. Ancora sconosciute le cause.

Durante l’incendio ha perso la vita un uomo, molto probabilmente di nazionalità cinese, mentre altri due sono rimasti gravemente feriti: si tratta del proprietario del capannone e di un altro suo connazionale, forse nel vano tentativo di salvare la vita alla persona travata poi questa mattina all’interno del capannone carbonizzata.

Incendio capannone cinesi (5)

Ingenti i danni alle attività adiacenti al capannone, tra cui la storica officina carrozzeria Pacenti, dove all’interno, oltre alle strutture a le attrezzature, sono andate a fuoco una ventina di autovetture. Sul posto 10 squadre dei Vigili del Fuoco, 118, Polizia e Carabinieri. Evacuate alcune abitazioni vicine a causa  dell’aria irrespirabile. Ancora a lavoro le squadre dei Vigili del Fuoco, nonché la Polizia Scientifica per i rilievi e il personale della Squadra Mobile della Questura di Roma.

A bruciare tonnellate di materiali tossici e plastici. Non bastavano i roghi tossici che ormai da mesi mettono a dura prova gli abitanti del quadrante in cui insistono i quartieri di Tor Sapienza, Tor Tre Teste e Collatino che da mesi denunciano alle autorità competenti la grave situazione. Costretti a respirare dalla mattina alla sera diossina. Ultimo in ordine cronologico l’incendio nell’insediamento abusivo in via Collatina, dietro lo stabile occupato  prima del GRA.

Incendio capannone cinesi (6)

I comitati di quartiere sono sul piede di guerra, c’è in ballo la salute dei cittadini: “ Siamo pronti a far sentire la nostra voce, è ora che le istituzioni intervengano” , tuona Roberto Torre,

presidente del CdQ Tor Sapienza.  Ormai, come è noto, nella 

zona proliferano le attività commerciali gestite da cinesi che, a parte  gli alimentari vendono di tutto. Secondo le forze dell’ordine, molte di queste non sono in regola per quanto riguarda le norme della sicurezza, evadono il fisco,  producono lavoro nero e immettono nel territorio italiano merce che non rispetta la normativa europea.

Incendio capannone cinesi (1)

Quello di oggi è solo uno dei tanti incendi ai capannoni della zona gestiti da cinesi, non è escluso purtroppo che si possa verificare nuovamente un episodio simile. Molti cittadini si chiedono se questi ingrossi cinesi abbiano le carte in regola per stare

aperti e se gli organi preposti stiano vigilando.

Massimiliano Missori          

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/in-fiamme-un-capannone-di-casalinghi-gestito-da-cinesi/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.