«

»

Stampa Articolo

Ilenia Bentrovato, ‘dalla strada’ fino al palco di The Voice

ileniaHa trascorso la sua infanzia fino all’età di 13 anni a Tor Bella Monaca. Ilenia Bentrovato è riuscita a superare le selezioni della trasmissione The Voice, con un pezzo rap.

“Non sono una suora, non voglio pregare, vengo dalla strada preferisco rappare”. E’ una delle rime che ha portato Ilenia Bentrovato ad aggiudicarsi un posto in una delle squadre di talenti che concorreranno nella nuova edizione di The Voice, in onda su Rai 2. Ilenia ha scelto il suo coach: J-Ax, uno dei suoi idoli da bambina. Nel suo video di presentazione spuntano le immagini dei palazzoni di via Santa Rita da Cascia, a Tor Bella Monaca. E’ lì che da bambina fino all’età di 13 anni Ilenia è vissuta. A Tor Bella Monaca è andata a scuola, proprio nell’istituto in via Santa Rita da Cascia; sempre qui ha conosciuto le sue prime amiche del cuore. Nel video di presentazione, Ilenia descrive un quartiere difficile e pericoloso: “Venire qui per me è stato un incubo, incendi alle macchine e agli ascensori, io ero sotto shock,  mi chiudevo in cameretta e cantavo. Da qui sono partiti tutti i miei sogni e il mio legame con la musica”. Alle blind di The Voice, Ilenia si è presentata con il brano ‘Monster’ e alcune barre di rap. Una in particolare le ha fatto guadagnare il favore di J-Ax e Noemi:  “Vorrei essere come Arisa che in amore è sincera, ma sono nata bianca con l’anima nera. Imparo da Noemi che l’amore si odia, che sono solo parole se la mia voce è una copia. Regina di cuore non lo sono più, sono fuori come il Toro loco di Pelù. Vorrei essere diversa per i modi di una lady, bruciare il passato come Piccola Cathy”. Un omaggio ai quattro giudici di The Voice. Il commento di J- Ax alla fine della sua esibizione è stato: “Mi fai venire voglia di tagliare le gomme alle auto blu in doppia fila”. Ed Ilenia ha scelto proprio J-Ax come suo coach.

Contattata dalla nostra redazione Ilenia ci racconta della sua infanzia in un “quartiere difficile”, dei suoi sogni che sono partiti proprio dalle strade di Tor Bella Monaca. Oggi gestisce ed insegna alla Clinica del Suono, una scuola di canto sulla Cassia, insieme al suo ragazzo Saverio Gerardi, batterista ed arrangiatore. Non abita più a Tor Bella Monaca, ma si è trasferita a Montecompatri. “Da piccola ascoltavo Tiziano Ferro, Eminem, i Gemelli diversi. Ho iniziato ad entrare in modo professionale nel mondo della musica a 21 anni grazie a quello che era il mio gruppo, i Savenya. Suonavamo nei locali romani. Da un anno ci siamo fermati. Io ho cominciato a lavorare per il mio album di inediti rap. Prima di The Voice, avevo già provato con Amici e X Factor. La barra rap con cui mi sono presentata alle blind l’ho scritta una mattina appena alzata. Ho scelto l’ironia per farcela”. Ilenia non dimentica la strada e la periferia in cui è cresciuta: “Crescere in posti così difficile ti da una marcia in più, quella fame e quella grinta che ti aiutano a non mollare”. Federica Graziani

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/ilenia-bentrovato-dalla-strada-fino-al-palco-di-the-voice/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.