«

»

Stampa Articolo

Il nostro ‘Prato Fiorito’ sta appassendo

via-andriaIl presidente del comitato di quartiere Prato Fiorito, Egidio Gallozzi, parla dei problemi che attanagliano la sua zona.

Egidio Gallozzi lancia un appello relativamente a due servizi che dovrebbero essere per natura garantiti a tutte le zone, ma che invece sono in pericolosa carenza: lo smaltimento dei rifiuti e la sicurezza.
Per quanto riguarda il primo punto in questione Gallozzi commenta: “Proprio qualche giorno fa mi sono dovuto imbarcare con mia figlia con i sacchi dell’immondizia, ormai accatastati da giorni fuori il cancello, per andare a gettarli in una zona limitrofa ancora funzionante con il sistema dei cassonetti”. Il problema di questa soluzione fai-da-te estrema sta nelle sanzioni: gettare i rifiuti in un quartiere diverso da quello di residenza può far scattare l’intervento della Polizia Municipale che può applicare salate multe allo sventurato cittadino ‘ beccato’ nel momento dello scarico. Quindi spesso i residenti si trovano costretti a scegliere tra la nascita di discariche nei pressi delle loro abitazioni e mettere in atto un sistema di fatto sanzionabile.

via-sannicandro-di-bari-2Nella zona di Prato Fiorito, il 14 settembre scorso ha avuto luogo un incontro fra i residenti che, convocando il comitato di quartiere, hanno evidenziato problemi e avanzato proposte per la risoluzione di questo grave disservizio: “Qui la gente è arrabbiata – ha detto Egidio Gallozzi, presidente Cdq – perché non è stato fatto niente di quanto promesso. L’incontro è stato svolto su richiesta della gente, abbiamo ascoltato i loro problemi e le loro proposte sul tema. Io stesso ho chiesto conto ai netturbini di alcune modalità di raccolta, senza venire a capo del motivo per cui in alcuni punti l’immondizia non viene tolta. Abbiamo avanzato numerose richieste alle istituzioni ma il risultato è stato il demandare a destra e a manca senza risolvere niente”. Nei mesi scorsi, per le strade del quartiere, una delegazione municipale aveva compiuto un “tour”: “Noi le proposte le facciamo, anche se non ci competerebbe – ha detto ancora il Presidente –. Il problema è che, di quanto riportato in quel documento ormai ad aprile, finora non solo non è stato attuato nulla ma nemmeno avviata una gestione delle urgenze segnalate. Qui abbiamo anche un altro problema, quello di Rocca Cencia. La delibera che avrebbe potuto fermare l’ecodistretto pare non sia andata avanti. Qualcuno potrebbe svegliarsi improvvisamente e dire ‘facciamolo’”.

Nel 2014, con la deliberazione n. 129 si parlava di “Rifiuti zero”, con l’Assemblea capitolina a tracciare il percorso da seguire, da lì al 2020, per una piena efficienza del sistema di raccolta differenziata su tutto il territorio romano, entro e fuori  l’anello del Raccordo. L’obiettivo era il 65% al 2016, il 75% al termine dei quattro anni successivi.

farmacia-via-andriaAll’epoca c’era la giunta Marino che, con la raccolta di 11mila firme, aveva istituito un percorso partecipato per conseguire il raggiungimento del traguardo previsto, assieme al potenziamento del sistema di raccolta e all’istituzione di un “Osservatorio comunale verso Rifiuti zero”, con il compito di monitorare i dati degli osservatori municipali e fornire soluzioni alle criticità evidenziate. A tre anni abbondanti di distanza, la strada verso i “Rifiuti zero” sembra in qualche modo in fase di avvio, con l’Assessore all’Ambiente ad annunciare nel mese di agosto, l’arrivo di una task-force di esperti internazionali, dal 23 al 26 ottobre.

In tema sicurezza la situazione non va certo meglio. “Serve un incremento dei controlli notturni – commenta Gallozzi – Nel nostro quartiere recentemente sono avvenuti due fatti quanto mai spiacevoli: il furto di rame in una cabina elettrica a via Villafrati, gesto, oltre che riprovevole, anche pericoloso dal momento che si rischia la folgorazione, e lo scasso della Farmacia Farmacap in via Andria, avvenuto la notte dell’ 11 settembre. Per la Farmacap come comitato chiediamo l’istallazione di sbarre, serrande, in previsione dell’apertura del servizio notturno”. Damiano Mattana e Giulia Sfregola

 

 

 

 

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/il-nostro-prato-fiorito-sta-appassendo/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.