«

»

Stampa Articolo

Il giallo della lettera della Di Maso

DiMasoL’Assessore alla Scuola e Cultura Andreina Di Maso avrebbe inviato una lettera agli istituti scolastici del Municipio invitandoli ad aderire ad un’associazione di Frascati.

Il caso è scoppiato durante la seduta della commissione Scuola, Sport, Cultura e Politiche Giovanili del 26 marzo, nella quale è emerso che l’Assessore Di Maso, in quota Pd, avrebbe recapitato ai dirigenti scolastici del Municipio una lettera nella quale invitava gli stessi e gli studenti ad aderire al progetto dell’associazione culturale Arteinstoria, con sede a Frascati. Associazione presieduta da Jeantet Laurence che, stando al social network Facebook, annovera tra i suoi amici il Presidente del Municipio Marco Scipioni e suo fratello Franco, segretario del circolo Pd di Tor Bella Monaca.

In particolare, nella lettera che non risulta protocollata presso il Municipio, l’Assessore avrebbe posto all’attenzione dei docenti una serie di iniziative dell’associazione Arteinstoria, allegando persino una locandina promozionale. Fa di più: la Di Maso fa presente che i ragazzi che aderiranno avranno la possibilità di usufruire di uno sconto del 20% sulla quota di partecipazione alle iniziative promosse.

Una sponsorizzazione in piena regola, visti i contenuti, aggravata dal fatto che la lettera è stata scritta su carta intestata dell’Assessore del Municipio e soprattutto che non è passata per la Giunta e per il parere del Consiglio. Si potrebbe quindi prefigurare l’utilizzo del pubblico per fini squisitamente privati. Cosa ammessa se opportunamente disciplinata da un contratto regolarmente autorizzata dall’Amministrazione tutta.

A denunciare in Aula questa imbarazzante situazione il Movimento 5 Stelle che ha presentato un’interrogazione in cui chiede conto al Presidente del Municipio e all’Assessore Di Maso: “Se sia stata avviata – si legge nell’interrogazione – da parte dell’Assessorato competente, e in base a quale disposizione normativa, una procedura di selezione e individuazione dell’associazione Arteinstoria quale incaricata per l’attività di promozione sociale e culturale nel Municipio VI; se sia stato posto in essere un contratto di sponsorizzazione tra il Municipio VI e l’associazione Arteinstoria e, in tal caso, se sia stata rispettata la delibera n. 214/2004 nella stipula di tale contratto; se il beneficio economico pubblicizzato dall’Assessore Andreina Di Maso, negli istituti scolastici del Municipio VI, sia a carico delle casse municipali o comunali; quale siano i provvedimenti e gli atti, antecedenti alla lettera citata in premessa, che autorizzano la comunicazione diffusa da parte dell’Assessore Di Maso negli Istituti Scolastici”.

L’Amministrazione Municipale ci ricasca, prima con la storia dei fondi elargiti ad un’associazione vicina ad un candidato della Lista Civica, a cui sarebbero stati destinati  20mila euro per eventi natalizi, rispetto alla quale maggioranza e opposizione continuano a non proferire parola.  Poi la gara d’appalto della manutenzione delle strade che sarebbe stata vinta da un parente lontano del Presidente.  E ancora con la vicenda della compagna di Scipioni, miracolosamente assunta, con un raddoppio dello stipendio,  nella commissione del consigliere regionale Ciarla, della stessa corrente del Presidente.  E ora spunta quest’ultima vicenda, che getta ulteriori ombre su un’Amministrazione già poco trasparente nella forma e nei contenuti.

Federica Graziani

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/il-giallo-della-lettera-della-di-maso/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.