«

»

Stampa Articolo

Grotte Celoni: la mozione passa in Campidoglio all’unanimità!

Il Consiglio ComunaleProprio al fotofinish arriva il responso che i CdQ attendevano da 4 anni: il Comune farà un passo indietro dopo gli errori politici e amministrativi commessi nel 2007 e nel 2010. Decisivo l’appoggio della maggioranza, in prima fila Nanni, Celli e De Luca. Caudo ammette gli errori, ma evidenzia come siano già stati sottoscritti dei contratti con i privati. Sarà difficile annullare il Piano di Zona.

Trenta presenti, 24 votanti, tutti favorevoli. Guardano lo schermo di votazione con gioioso sgomento gli abitanti dei quartieri Villaggio Breda, Fontana Candida, Gaia Domus e Villa Verde: la mozione contro il Piano di Zona D11 Grotte Celoni è passata con il pieno di consensi. Quasi non ci credevano più, già pregustavano amaramente il terzo rinvio nel giro di due settimane. La seduta, che doveva aprirsi alle 15, è cominciata alle 16.30. Mille le interruzioni, con votazioni sul numero legale e ritardi nell’ordine dei lavori. Prima delle mozioni si dibatte sul salvataggio di Farmacap. Allucinante quanto dilungato il dibattito sul conferimento della cittadinanza onoraria a Paolo Sorrentino, criticata da diversi consiglieri d’opposizione ma poi approvata dopo più di un’ora! Presenti anche personalità del nostro Municipio, non per Grotte Celoni bensì per le comunicazioni sulla qualità dell’acqua in XIV e XV Municipio e la Giornata internazionale della donna. Quando anche la terza seduta sembrava scivolare via con un nulla di fatto, i rappresentanti dei CdQ e i cittadini sono stati ricevuti, con l’intercessione del M5S (firmatario della mozione), dall’Assessore all’Urbanistica Caudo.  L’Assessore ha ammesso l’errore fatto nel 2007, quando votato il Piano di Zona, accogliendo le istanze di annullamento avanzate dai cittadini. Una volta terminato l’incontro è stato il tempo delle mozioni: visti i tempi ristretti, su proposta del Presidente del Consiglio Coratti è stato deciso di discutere solo quella per Grotte Celoni (N.85/2013) e di votare semplicemente le altre.

Le reazioni dei consiglieri. Il primo a prendere la parola è Stefàno, promotore della mozione: “Chiediamo che venga rispettata la volontà dei cittadini che chiedono più servizi in Municipio, con più aree verdi per far incontrare le persone. Vogliono che il Piano di Zona venga abrogato, in cambio ne hanno proposto uno alternativo per valorizzare la periferia”. Dalla maggioranza prendono la parola 3 consiglieri. Il primo è Nanni: “Nel 2009, quando vi fu l’incremento della cubatura io votai contro. Questa mozione non è una risoluzione del problema, ma le scelte fatte sono sbagliate. Quando si portano altri metri cubi, su un luogo già disastrato, si fanno soltanto danni!”. Incisivo l’intervento di De Luca: “Se abbiamo sbagliato in passato non dobbiamo continuare a sbagliare. Il significato politico di questa votazione è che si possa invertire il modo di procedere, chiedendo alla Giunta e all’Assessore (Caudo, ndr) di interdire un processo che non ha prodotto i risultati necessari”. Infine accorato l’appello di Svetlana Celli: “Non possiamo creare un altro ‘quadrante dei fuochi’. Questa Amministrazione può dare la svolta, il Piano di Zona va completamente annullato!”.

“Caudo, non avrai tregua!”. Eloquente il silenzio dell’Assessore, il quale pochi minuti prima ha ammesso, davanti ai cittadini, le difficoltà derivanti da un eventuale annullamento del Piano. Sono già stati posti in essere dei contratti con i privati possessori dei terreni, per l’Amministrazione annullare tutto comporterebbe dei costi non indifferenti. Dall’opposizione Onorato (Lista Marchini) coglie l’occasione e affonda il colpo: “Tutti voteremo a favore ma nessuno sa come uscirne. Caudo e la Giunta dovranno prendersi carico del problema, altrimenti i Comitati verranno presi in giro. Caudo non avrà tregua dopo questa mozione, deve dirci come intende procedere!”. Fra dubbi e proclami resta, luminoso sul tabellone, un dato incontrovertibile: 24 votanti, 24 favorevoli. È un primo passo, ma quanto è stato faticoso farlo.

Manuel Manchi

I Comitati di Quartiere: “Vinta la battaglia, non la guerra”

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/grotte-celoni-la-mozione-passa-in-campidoglio-allunanimita/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.