«

»

Stampa Articolo

Gallicano nel Lazio, continua la lotta al biogas

TenutaDiPasseranoIl 16 gennaio è stato organizzato un incontro pubblico da alcuni cittadini di Valle Martella per discutere sui danni che comporterebbe la presenza di un impianto biogas nelle vicinanze. Il 31 gennaio, inoltre, il Consiglio Comunale straordinario è stato rimandato a causa della protesta dei cittadini. Il terreno scelto dall’Amministrazione dista a circa 3 km da Corcolle.

“L’Amministrazione comunale di Gallicano, supportata dalla Provincia di Roma e dalla Regione Lazio e nella assoluta indifferenza/connivenza degli amministratori di Zagarolo, vorrebbe realizzare

un mega impianto per il trattamento della frazione organica dei rifiuti in un’area posta a meno di 400 mt dalle abitazioni di Valle Martella”, si legge nel comunicato diramato dai cittadini che hanno organizzato l’incontro pubblico in via Scarlatti, 4 per discutere sulla minaccia di un impianto di biogas. All’iniziativa hanno aderito il Comitato di Quartiere “Giardini di Corcolle”, l’Associazione Culturale URAZ, i Comitati di difesa ambientale di Gallicano ed Area Prenestina, cioè associazioni e comitati delle zone limitrofe al terreno scelto per la costruzione di tale impianto.

Come denunciato più volte dal Comitato per Gallicano, il biogas viene spacciato come un impianto di compostaggio, nonostante il prodotto di scarto dei digestori diverrà di fatto un rifiuto speciale e non compost (fertilizzante). Ciò che spinge l’Amministrazione ad optare per questa scelta è la possibilità di riscuotere degli incentivi statali per 15 anni, grazie alla creazione di energia elettrica ottenuta dai rifiuti. In aggiunta, l’energia prodotta verrebbe venduta al Gestore Servizio Elettrico: le motivazioni sono, dunque, prettamente economiche. “Ogni giorno arriverebbero, soprattutto da Roma oltre 130 tonnellate di scarti composti da Rifiuti Organici, Fanghi dei depuratori civili (fogne) e da trattamento delle acque reflue industriali, scarti da lavorazioni agroindustriali, scarti di origine animale/vegetale e altro”, continuano. I danni alla salute che i residenti rischiano, dunque, non sono trascurabili: “Scientificamente è comprovato che la quantità di emissioni giornaliere in atmosfera, prodotte da un impianto a biogas come quello di Gallicano, corrisponderebbe ai fumi prodotti da diverse migliaia di automobili che in un giorno percorrono una distanza di 20 km!” .

Giovedì 30 gennaio, ad appena due settimane di distanza da questo incontro, è stato indetto a Gallicano Nel Lazio un Consiglio Comunale speciale, sotto richiesta dell’opposizione, a dimostrazione del fatto che la salute dei cittadini conta più dei guadagni economici. Il Consiglio “è stato richiesto in forma aperta per dare modo a tutti i cittadini delle zone interessate dal progetto di poter partecipare dando il proprio contributo e facendo sentire la propria voce a favore o contraria al progetto in questione”, si legge in un comunicato stampa del Comitato per Gallicano. A differenza di quanto auspicato, ai cittadini è stato risposto che l’incontro sarebbe avvenuto nell’Aula Consiliare Nello Margè, uno spazio di appena 50 mq non abilitato ad un pubblico vasto. Sarà stata una scelta casuale o un tentativo di dissuadere i cittadini intenzionati a partecipare? Il Comune ha ammesso l’impossibilità di scegliere un altro luogo per lo svolgimento del Consiglio a causa delle spese che ne conseguono. Una risposta poco convincente, insomma, che ha causato un ulteriore malumore tra i cittadini. Il giorno del Consiglio circa 150 persone si sono presentate con l’intenzione di partecipare attivamente alla seduta: una richiesta impossibile da accogliere, tanto che il Consiglio è stato sospeso e successivamente spostato. Siamo di fronte ad una vittoria dei cittadini, i quali hanno ottenuto, per il giorno 28 febbraio, lo spostamento del Consiglio in un luogo simbolico e che, al contempo, possa accogliere tutti: il Castello della Tenuta di Passerano, terreno scelto per la costruzione del biogas.

I cittadini hanno vinto una battaglia e, si spera presto, riusciranno a vincere l’intera guerra.

Lucrezia La Gatta

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/gallicano-nel-lazio-continua-la-lotta-al-biogas/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.