«

»

Stampa Articolo

Fratelli d’Italia, lancia un monito al centrodestra

Fernando 'Nando' VendittigheraIn seguito ai tentennamenti di alcuni consiglieri di centrodestra, Fratelli d’Italia: “Firmate compatti la mozione di sfiducia”.

Gli eletti nei partiti del centrodestra del VI Municipio stanno sempre più assumendo una posizione complice alla maggioranza municipale. La crisi di governo che ha colpito il Presidente Scipioni, al quale lo stesso Pd romano ha chiesto le dimissioni e, dopo il suo rifiuto, ha chiesto ai consiglieri democratici di firmare la sfiducia, non è bastata a dare la spinta agli esponenti di centrodestra per la sferzata finale. Nemmeno il fatto che i consiglieri del Pd, almeno quelli che restano perché gli altri sono stati espulsi dal partito, siano passati all’opposizione è servito. Ad oggi, disposto anche subito a firmare solo l’ex Presidente del Municipio Lorenzotti, in quota Lega. Disponibile, ma non troppo, il consigliere Amici. Contrario il consigliere Pinti. E in fase di riflessione Paparelli, la Colagrossi e la Breccia. Si vocifera inoltre una strategia del Presidente Scipioni che, non avendo i numeri per governare, potrebbe appoggiarsi proprio ad alcuni consiglieri di centrodestra, arrivando ad assegnare loro anche delle deleghe.

Lancia un appello quindi Fratelli d’Italia che in una nota firmata da Ghera, capogruppo in Campidoglio, Andrea Di Priamo, portavoce romano, ed Emanuele Buffolano, portavoce della Costituente Municipio VI scrivono: “Aveva ragione Fernando Vendetti, ex Presidente della Commissione Sicurezza del VI Municipio, oggi membro della Costituente municipale di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, quando, già a Maggio 2014, affermava che fosse necessario riportare nel Municipio delle Torri trasparenza e legalità, al fine di garantire ai cittadini la governabilità, ancor di più oggi in una fase così concitata per il governo municipale. Il Presidente Scipioni ha perso di vista il disagio e le criticità del proprio territorio, troppo impegnato a difendersi dalle accuse che vedono il suo municipio al centro di pratiche poco trasparenti, come affidamenti multipli, tramite somma urgenza, per lavori che raggiungerebbero un importo totale pari a 2 milioni e 700 mila euro e il recente scandalo del Roma Capital Summer”.

Si riferiscono alla denuncia depositata da Vendetti alla Guardia di Finanza di Frascati in merito a dei bandi di gara, in tema lavori pubblici, molto opachi intorno ai quali è stata avviata un’indagine. “In un perfetto gioco di trasformismo politico – continuano –  proprio della Prima Repubblica, il Presidente Scipioni, sfiduciato dai commissari del Pd Orfini e Migliore, senza più l’appoggio del maggior partito che lo ha portato alla guida del Municipio, è oggi alla ricerca di una nuova maggioranza, pur di non andare a casa. Facciamo appello a tutte le forze di opposizione del Municipio Roma VI, affinché si impegnino a firmare e sostenere la mozione di sfiducia al Presidente Scipioni, rispettando il mandato ottenuto dai cittadini e abbandonando Scipioni nella sua definitiva parabola discendente”.

Ora la palla passa ai consiglieri che dovranno decidere se perdere totalmente la faccia o rispettare il patto firmato con i cittadini durante le amministrative 2013. Federica Graziani

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/fratelli-ditalia-lancia-un-monito-al-centrodestra/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.