«

»

Stampa Articolo

Francigena:la via per l’Europa

WP_20160517_003Sui  colli di Roma est passa la via Francigena Praenestina: un itinerario religioso, culturale ed archeologico da riscoprire

Il 17 maggio nella parrocchia di San Patrizio, si è tenuto un convegno sulla Francigena Praenestina. A presentarlo c’era Enzo Carpenella. Sono intervenuti Massimo Tedeschi, presidente dell’Associazione  Francigene europee,Franco Boccia presidente dell’ Associazione Francigena Praenestina, Daniele Leodari, Presidente del Consiglio Regione Lazio e l’ archeologa Barbara Saracino.Grande assente, attesa invano fino all’ ultimo, Silvia Costa, Presidente della Commissione Cultura del Parlamento Europeo. Assenti anche il Monsignor Domenico Sigalini e Danilo Sordi,consigliere Città Metropolitane. Quattro anni fa, nasce il comitato Francigena Praenestina . Come ha dichiarato il suo presidente, Franco Boccia: “L’associazione è nata perché vogliamo riprenderci il nostro territorio,sottovalutato e ricco di tesori nascosti”. La Francigena, antica rotta dei pellegrini, viene finalmente rivalutata. Oltre che cammino spirituale, è un itinerario culturale, paesaggistico ed archeologico.  Un percorso che parte da Porta Maggiore e arriva al sito archeologico di Gabii e al Comune di Gallicano.   Lungo questo itinerario ci sono dieci parchi, tanti siti archeologici, necropoli, mausolei, tombe e ville. Il Ponte di Nona, risalente al III secolo a.c., con le sue sette arcate,diventato il protagonista del logo dell’associazione. E Gabii,un parco archeologico di straordinaria importanza perché, come ha spiegato l’archeologa Saracino, “era una città di trecento ettari che rivaleggiava con Roma”.

Questo percorso ha l’ambizione e la possibilità di crescere alla stregua del cammino di Santiago di Compostela. Inoltre vuole essere un progetto ecosostenibile che valorizzerà il territorio e le produzioni locali. Come ha dichiarato il presidente delle Francigene europee, Massimo Tedeschi: “Con i suoi 13000km, la via Francigena è un itinerario culturale del consiglio d’ Europa ,che inizia a Canterbury e arriva a Roma. È una via religiosa ed è una via enogastronomica. Una via verde, una via turistica e una via archeologica”. Chilometri che stanno per aumentare perché il14 aprile scorso è stato decretato l’ ampliamento della  via Francigena, dall’ Istituito europeo degli Itinerari Culturali. Ora arriverà fino a Brindisi. Perché la Francigena non è solo quella di Sigerico, ma quella che porta a Gerusalemme. Il consiglio direzionale di Lussemburgo ha dato il via libera. Ora manca la delibera e l’ accordo con le regioni affinché questo tratto venga effettivamente realizzato. “Perché la via Francigena – ha concluso Massimo Tedeschi – è sì local, ma la sua essenza è europea”. Maria Marcoppido

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/francigenala-via-per-leuropa/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.