«

»

Stampa Articolo

Europee, in VI Municipio il Pd ultimo a Roma

TBM02Mentre in tutti i municipi la percentuale del Pd aumenta e il 5 Stelle perde punti, in VI accade l’esatto contrario.

“La speranza ha vinto sulla rabbia”, ha commentato il Premier Renzi all’indomani del risultato delle Europee che hanno visto il Pd superare il 40% in tutta Italia. Una percentuale che solo nell’epoca di Fanfani un partito era riuscito a realizzare. In VI Municipio, invece, vince la rabbia sulla speranza. Con il solo 35,81% il Pd locale ottiene il peggior risultato tra i municipi romani che si attesta in media intorno al 43%. Addirittura il X Municipio, ex XIII, storico baluardo della destra riesce a fare meglio con il 39,26%. Il Municipio VI ottiene, in controtendenza con Roma, il miglior risultato per il Movimento 5 Stelle che realizza il 34,55%. Lascia quanto mai basiti l’analisi del Presidente del Municipio Scipioni che considera quella delle Europee una vittoria: “Il Pd vince

e cresce in tutti i versanti in modo molto evidente complessivamente ottiene il +59% dei consensi rispetto alle ultime elezioni comunali del 2013”. Come lascia basiti il manifesto che ha tappezzato i muri di tutto il Municipio a firma di Scipioni in cui ringrazia i cittadini “per lo splendido risultato”. Impossibile paragonare i dati delle Europee con quelli delle scorse comunali a cui il Presidente fa riferimento. Tra l’altro il VI Municipio, a differenza del resto di Roma e d’Italia, non è riuscito ad approfittare nemmeno dell’onda di consenso che ha accompagnato Matteo Renzi. Per la prima volta, dopo molto tempo, il Pd nel nostro territorio tocca il minimo storico rispetto ad altri quadranti, staccandosi di 8 punti percentuali dalla media romana.

La paralisi amministrativa, il distacco dalla cittadinanza, gli scandali che stanno accompagnando l’Amministrazione Scipioni fanno arricchire il bottino dei 5 Stelle, che infatti ottengono il loro migliore risultato. Ma come sono andate le altre liste nel VI Municipio? Ultimo posto su Roma per la Lista Tsipras con il solo 3,02% che invece si attesta negli altri municipi intorno al 6%. D’altronde l’assenza di attività politica sul territorio dei partiti comunisti e di Sel negli ultimi mesi sin è fatta sempre più evidente, valutando anche il silenzio di fronte a numerosi episodi politici che chiedevano a grande voce un intervento della sinistra più radicale. Delude anche il Nuovo Centrodestra che nonostante i suoi consiglieri municipali, tra cui l’ex Presidente Lorenzotti, ottiene il 2,67%. Tiene Forza Italia con il 15,50% superando la media romana del 13,46%. Ottimo risultato per la lista di Fratelli d’Italia che raggiungono il 4,99%. Il risultato delle Europee ci consegna un quadro del VI Municipio che racconta di un tessuto sociale che ormai è lontano anni luce dal rapporto con la politica. Un tessuto sociale che si nutre di rabbia piuttosto che di sogni e speranza. E le responsabilità vanno ricercate in quella politica clientelare che ha portato questo municipio ad essere fanalino di coda per qualità della vita, amministrazione, cultura e servizi.

Federica Graziani

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/europee-in-vi-municipio-il-pd-ultimo-a-roma/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.