«

»

Stampa Articolo

Emergenza rifiuti: via Aspertini e via di Santa Rita da Cascia due facce della stessa medaglia

rifiutui santa rita cascia quaglia 4I cittadini di Tor Bella Monaca hanno organizzato delle piccole ronde per impedire ai residenti di altri quartieri, come Torre Angela e Due Leoni, di gettare l’immondizia nei loro cassonetti.

“La mondezza ci sommergerà”, commenta una signora accanto ad un cassonetto stracolmo. Nel quadrante delle Torri l’emergenza rifiuti sembra non finire mai e le preoccupazioni di tipo igienico- sanitario iniziano a farsi più insistenti.

Un occhio particolare è rivolto alle zone in cui la raccolta differenziata si effettua col “vecchio metodo”, ovvero con i cassonetti grandi, e non porta a porta. I punti caldi sono via Amico Aspertini e via di Santa Rita da Cascia, dove la situazione risulta insostenibile. I cassonetti sono stracolmi di rifiuti che sono gettati anche nelle immediate vicinanze: materassi, mobili, pneumatici, giocattoli, materiale edile, cartoni, la scelta è tra le più varie.

La questione si accende ancor di più in quanto i “centri di raccolta della mondezza” sono frequentati dai residenti degli altri quartieri (Torre Angela, Torre Gaia e Due Leoni) che, troppo pigri e arretrati per effettuare tra le proprie mura domestiche la raccolta differenziata, arrivano con le loro automobili per gettare i rifiuti.

Per fronteggiare l’”invasione” si sono organizzate delle piccole ronde di cittadini, stanchi di dover vedere sotto casa propria degrado, aver paura dei topi e respirare un odore non piacevole. “Siamo esasperati”, racconta Emanuela, una residente delle Torri di via Quaglia. “Abbiamo organizzato queste ronde per far desistere le persone non del quartiere che gettano regolarmente i rifiuti nei nostri cassonetti che traboccano. Non è giusto che dobbiamo tenerci l’immondizia sotto casa per giorni e giorni, dato che l’Ama di regola due volte a settimana”.

L’insofferenza, che con le temperature più alte aumenta, ha portato in queste settimane alcuni residenti a spostare i cassonetti per strada, come avvenuto in via di Santa Rita da Cascia o ad incendiarli. La raccolta dei rifiuti indiscriminata avviene soprattutto in zone poco trafficate, come largo Gennaro Boltri, tra via Ferdinando Quaglia e via di Santa Rita da Cascia, il parcheggio su via Aspertini vicino la scuola rossa di “Nuova Montana Cecilia” e largo Domenico Delle Greche (dietro via Aspertini e la scuola di via Panzera): dei grandi spazzi dove gettare i rifiuti in tutta libertà.

I cittadini e i CdQ di quartiere si lamentano, parlano della mancata informazione e si dividono tra chi vorrebbe ritornare alla “vecchia maniera”, con i cassonetti grandi, e chi propone dei cassonetti della fantascienza, come quelli interrati, già sperimentati nella città di Firenze. Un fatto è certo: se si continua così nei mesi più caldi e di lavoratori dimezzati , causa ferie, si rischia di essere sommersi dall’immondizia in VI Municipio.

Melissa Randò

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/emergenza-rifiuti-via-aspertini-e-via-di-santa-rita-da-cascia-due-facce-della-stessa-medaglia/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.