«

»

Stampa Articolo

Deserto il nuovo presidio ASL!

Ingresso presidio ASL al terzo pianoDisinformazione e reparti chiusi. Il nuovo centro che accorpa 5 uffici sanitari ora chiusi non decolla: circa 20 pazienti al giorno. I responsabili sono convinti che dopo le feste l’affluenza aumenterà. Quali sono i presidi attivi nel nostro Distretto?
Via Casilina 1655, terzo piano del “Grotte Celoni Center”. Ci aspettavamo file interminabili di utenti e reparti pieni in ogni ordine di posto, invece il neo presidio Asl – della società Lupi – è vuoto, senza prenotazioni e senza pazienti. Uno scenario sconcertante, visto che il suddetto stabile dovrebbe aver accorpato non due ma ben cinque centri sanitari differenti: via Giuturna 18, via Capitini, viale Bruno Rizzieri 226 (ex Municipio X), via delle Canapiglie e Piazza Erasmo Piaggio. E invece una volta entrati il dipendente al banco informazioni è quasi sorpreso di ricevere visite non programmate: “Riceviamo per ora pochissimi pazienti, questo spazio d’altronde ha aperto solo da un mese”. Il presidio non è ancora stato completato, molti reparti non sono stati avviati: “Buona parte degli studi sono chiusi, quello che lavora di più al momento è quello di psichiatria infantile”. Il problema maggiore per il funzionario è un altro: la disinformazione.
“Questo nuovo presidio non è stato praticamente pubblicizzato, credo che cominceremo a ricevere più utenti dopo le feste, probabilmente già da gennaio”conclude. In effetti ne  ignorano l’esistenza perfino molti negozianti del piano terra del centro polifunzionale,  sede anche tra le altre di un ufficio notaio, di centri elaborazione dati e di studi odontotecnici. Dunque l’accorpamento – statuito nel nostro Distretto Territoriale III dalla delibera n° 808 del 15 Luglio 2013, ASL/RM-B – non sta riportando l’obiettivo prefissato di una migliore erogazione dei servizi sanitari, nonostante i buoni collegamenti pubblici portati dal capolinea Grotte Celoni e la futura apertura della Metro C (chissà quanto “futura”).  Inoltre la chiusura di sedi Asl funzionanti e non fatiscenti come quella di via Capitini potrebbe portare un grave danno alla comunità, in un quartiere come Ponte di Nona in continua espansione demografica, in barba al principio di efficienza su cui la P.A. dovrebbe vigilare. Al momento oltre il nuovo plesso di via Casilina 1655 rimangono attivi il Poliambulatorio Villaggio Prenestino (Fosso dell’Osa), via Tenuta di Torrenova, via Cambellotti, via Agudio (Poliambulatorio Lunghezza).
Manuel Manchi
 

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/deserto-il-nuovo-presidio-asl/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.