«

»

Stampa Articolo

Degrado a Tor Pignattara, cittadini costretti al ‘fai da te’ in via Sensini

Foto gruppo manifestazione via SensiniMagliette protestaSiringhe via SensiniArmati di scope i cittadini hanno ripulito la strada. Cartelli di protesta contro Marino e Palmieri.

Capita a Roma che siano i cittadini a dover provvedere da sé alla pulizia delle strade nonostante le salate tasse, a fronte delle quali i servizi pubblici scarseggiano. E’ successo a Tor Pignattara, tra via Zenodossio e via Sensini, con la manifestazione indetta per il 26 maggio dal Coordinamento di ribellione dei rioni e dei quartieri e da alcuni esponenti politici locali di centro destra. C’erano il Comitato Cittadini di Tor Pignattara, rappresentato da Maurizio Benedetti,il Comitato Filarete e il Comitato Roma Caput Mundi Esquilino. A far sentire il suo dissenso per il degrado nelle periferie romane è stato quindi anche il movimento di cittadini del popolare e storico rione Esquilino. A rappresentarli c’era Augusto Caratelli che sfoggiava la maglietta bifronte recante lo slogan ‘Fermare il male a Roma’ tradotto anche nell’inglese ‘Stop hurting Rome’. Tra gli esponenti politici si sono segnalati i due consiglieri municipali di FdI Maurizio Politi e Daniele Rinaldi, il consigliere di FI Claudio Giuliani e l’esponente di Militia Christi Fabrizio Lastei.

Cartelli protestaPulizia stradaFango nel tombinoArmati di scope i manifestanti, tra cui anche tre lavoratori licenziati dalla Multiservizi, hanno provveduto a tirare a lucido via Sensini, riempiendo diversi sacchi di immondizia e fogliame. Trovate anche decine di siringhe ai bordi dei marciapiedi di una strada lasciata nell’abbandono più totale. “Non viene mai nessuno a pulire, è una vergogna”, tuona iracondo un residente mentre nell’aria si sente soltanto il rumore delle scope all’opera. E’ Maurizio Benedetti a ripulire un tombino colmo di fango e acqua stagnante al centro di via Sensini. “Qui quando piove si allaga tutto”, commenta Benedetti mentre rimuove l’indicibile dal grembo del tombino. Poco alla volta i sacchi vengono trasportati all’incrocio con via Zenodossio per poi essere portati via. Intanto da un altro tombino proviene un forte rumore di acqua. “Qui sotto abbiamo una tubatura rotta e l’acqua scorre libera. E’ già da una settimana che abbiamo segnalato questo problema”, spiega Benedetti mostrando il tombino tra via Zenodossio e via Sensini.

Simone Sperduto   

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/degrado-a-tor-pignattara-cittadini-costretti-al-fai-da-te-in-via-sensini/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.