«

»

Stampa Articolo

Crisi VI Municipio, a colpi di comunicato

ConsigliookAltra giornata di passione per il VI Municipio. Dopo le repliche del Prefetto Gabrielli e dell’Assessore alla Legalità Roma Capitale Sabella in merito alle dichiarazioni di Scipioni, arrivano altri due comunicato: uno da Fratelli d’Italia, l’altro dalla Lista Civica.

Un balletto mediatico che non si arresta quello che nelle ultime due settimane si è scatenato intorno al VI Municipio. Messe da parte le vie istituzionali ormai è il comunicato stampa a fare da padrone.

Fernando 'Nando' VendittiLavori Pubblici sotto accusa

Alle prime ore di questa mattina è stato diffusa una nota di Fernando Vendetti, ex Presidente della Commissione Sicurezza del VI Municipio del gruppo Fratelli d’Italia: “Non ci sono solo ombre su Roma Capital Summer, ho presentato regolare denuncia all’autorità giudiziaria già il 6 maggio 2014 relativamente a sospette gare e somme urgenze indette per appalti di circa 2 milioni e 700 mila euro, dal VI Municipio nel primo anno della Consiliatura Scipioni. E’ giunto il momento che Scipioni faccia un passo indietro visti i toni opachi che sta assumendo sempre più la sua Amministrazione. E’ necessario riportare in questo municipio trasparenza e legalità e soprattutto in una fase così concitata per il governo municipale garantire ai cittadini la governabilità di questo Municipio. Da subito mi sono reso conto che nella politica messa in atto da Scipioni non c’era il rinnovamento tanto decantato in campagna elettorale – conclude Vendetti – Invito i consiglieri e gli assessori a “cambiare tutto” facendo un passo indietro nell’interesse dei cittadini”.

Vendetti fa riferimento ai lavori pubblici con la gara del gennaio 2014 per la manutenzione delle strade,vinta dalla Carlotta Appalti s.r.l., per un importo di Euro 239.276,52, con il ribasso inconsueto del 3,50%. Alla gara erano state invitate 12 ditte, ma solo due presentarono l’offerta, la stessa Carlotta Appalti e MA.GI.B, s.r.l.. La seconda offerente aveva presentato un ribasso del solo 1,80%. Quindi due ditte su 12 presentano offerte con ribassi molto inferiori rispetto alla media municipale e comunale, che si aggira intorno al 40%.  Dalla visure delle società invitate in nostro possesso risulta che la C.D. Costruzioni Generali al momento dell’invito, il 30 dicembre 2013, aveva aperto la procedura di fallimento. Risulta infatti che la data di iscrizione procedura fallimento è il 07/10/2013.

Le società che hanno vinto molte delle gare per i lavori pubblici,  Carlotta Appalti s.r.l., Nicia Consortile a.r.l., E.B.I. s.r.l., sarebbero riconducibili ad una sola persona, Luigi Martella, noto costruttore della zona Grotte Celoni. Stessa cosa per le famose 12 ditte che erano state invitate alla gara sulla manutenzione delle strade, dove, ricordiamo, hanno partecipato solo due di esse. Anche queste sembrano ricondurre allo stesso Martella. Una delle ditte, la C.D. Costruzioni Generali, risulta avere sede in via Merulana 227, presso il commercialista dell’imprenditore, una coincidenza quanto mai bizzarra! Altro dato interessante è che le 12 società invitate nelle loro visure risultavano quasi tutte soggette a passaggi di proprietà, affitti di rami d’azienda e compravendite.

amelinaLista Civica: “Mozione sfiducia ci siamo”

A comunicare l’appoggio della Lista Civica alla mozione di sfiducia presentata dal Pd è il coordinatore Danilo Amelina: “Prendiamo atto della scelta del Presidente Marco Scipioni di proseguire la sua esperienza amministrativa. Per questo motivo la Lista Civica Marino sottoscriverà la mozione di sfiducia che verrà presentata nei prossimi giorni. Al fine di proseguire il difficile ed impegnativo compito di rinnovamento di legalità e di trasparenza amministrativa – prosegue – dopo i fatti relativi a Roma Capital Summer – manifestazione recentemente chiusa da una azione della Polizia Municipale – la Lista Civica Marino non ha altre scelte che allinearsi alla richiesta di dimissioni al Presidente Scipioni ed alla presentazione di una mozione di sfiducia da parte dei tre consiglieri eletti nel VI Municipio”.

Estremamente ottimista Amelina che include nella scelta del gruppo anche Massimo Sbardella, consigliere fedelissimo al Presidente Scipioni che difficilmente voterà la sfiducia. Più probabile che siano invece i consiglieri Mattei e Argenti a rispettare la linea, con le conseguenti, almeno così dovrebbe essere per coerenza, dimissioni dell’Assessore in quota Lista Civica Daniele Di Bella. A questo punto la sfiducia contro il Presidente sale nelle probabilità di riuscita: a firmare Sardone, Grasso, Onorati, Gasparutto, Argenti, Mattei, Sbardella (improbabile), Angelucci e Compagnone in forse, il consigliere Sel che entrerà per surroga Giorgio Maria Stirparo, e dal centrodestra Lorenzotti, Amici e forse i due consiglieri 5 Stelle Tranchina e Mammì. Se i forse si trasformassero in sì la mozione di sfiducia otterrebbe le 13 firme utili per mandare a casa il Presidente Scipioni. Intanto la mozione giace nelle stanze del Commissario Pd VI Municipio Gennaro Migliore alla Camera, che si sta occupando di raccogliere le firme dei consiglieri del Pd personalmente. Federica Graziani

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/crisi-vi-municipio-a-colpi-di-comunicato/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.