«

»

Stampa Articolo

Corcolle. Il Comitato di Quartiere perde pezzi

OLYMPUS DIGITAL CAMERADue consiglieri in seguito ai fatti accaduti nella notte del 21 settembre si dimettono: Daniele Piccarozzi e Alessandra Scozzi. L’uno all’opposto dell’ altra.

Nella serata della guerriglia non c’erano in strada solo i facinorosi, quelli che erano impegnati nella ‘caccia al nero’. Tanti cittadini del quartiere sono andati a manifestare il loro dissenso, altri erano presenti per semplice curiosità. Nel quartiere non hanno vissuto bene la poca presenza del Presidente del Comitato di Quartiere di Corcolle, Danilo Proietti, che quella sera non era a Roma, ma che molti hanno visto defilato anche nei giorni successivi. Ovviamente coloro che hanno puntato il dito contro il comitato sono quelli che “non vogliono quei sporchi negri”

. A livello istituzionale il Comitato ha diffuso un comunicato: “Il quartiere non è e, non è mai stato razzista. In questo zona caratterizzata da centinaia di nuclei famigliari proventi da ogni parte del mondo non si sono mai verificati problemi a sfondo razzista. La popolazione, o comunque il 99% di essa, è scesa in piazza in modo pacifico e, nulla ha a che vedere con gli episodi sopra citati. Chiediamo quindi, da parte della stampa più attenzione nel pubblicare articoli fuorvianti che, fanno apparire Corcolle come quartiere razzista. Alla popolazione, chiediamo di non alimentare odio e di stigmatizzare ogni episodio di razzismo, infine ma non per ultimo, chiediamo alle istituzioni più sicurezza, più trasparenza e che non si scarichino altre criticità laddove già mancano perfino i servizi primari”.Un comunicato che condanna ma che comunque definisce “pacifista” la presenza di coloro che hanno assistito inermi alla caccia all’uomo. Alcuni consiglieri del comitato si sono dimessi per differenti vedute:  Daniele Piccarozzi in una nota scrive: “Il Comitato doveva ribellarsi in ogni modo a qualsiasi forma di razzismo. Ho provato più volte assieme al presidente ed altri consiglieri, a far emergere questo dato incontrovertibile. Ma forse lo stesso Comitato, o parte di esso e la maggior parete dei “Corcollesi”, non sono maturi a tal punto. Gli incivili andavano fermati ma nulla si è fatto prima, durante e purtroppo dopo. Mi sono sempre ritenuto figlio del mondo, senza razza e religione, certo fiero di essere romano ma comunque FIGLIO DEL MONDO. Invece ora mi sono trovato a rappresentare un quartiere che, nella sua maggioranza, non ha mosso un dito in difesa di persone innocenti nei fatti, ma colpevoli nella tonalità del colore della pelle. Non volendo più rappresentare ne’ queste persone, né esserne in un modo o nell’altro “complice”, con mio grande rammarico mi dimetto dalla carica di Consigliere”.

Una posizione opposta a quella di Piccarozzi è quella di Alessandra Scozzi, altra consigliera dimissionaria, che però ha abbandonato il comitato proprio per sentirsi libera di poter manifestare accanto a chi dice “no al centro profughi”. Due visioni del mondo così diverse che hanno fatto la stessa scelta. Quanto accaduto a Corcolle ha lasciato ferite difficili da rimarginare.

Federica Graziani

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/corcolle-il-comitato-di-quartiere-perde-pezzi/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.