«

»

Stampa Articolo

Corcolle, il Comitato chiede uno spazio aperto alla comunità

Il quartiere non offre agli abitanti uno spazio aggregativo, così il Comitato di Quartiere ha fatto richiesta per usufruire di alcune delle aule inutilizzate della struttura pubblica di via Frontone, attualmente adibito a Centro Anziani. I responsabili del centro, però, non sono d’accordo…

Martedì 3 dicembre la Commissione Patrimonio del Municipio VI ha effettuato un sopralluogo presso la struttura pubblica di via Frontone, nata come scuola ed attualmente data in gestione al Centro Anziani del quartiere. Il Comitato di Quartiere aveva, nei giorni precedenti, inviato delle lettere di richiesta al Sindaco ed al Presidente del Municipio nelle quali si richiedeva almeno una stanza da adibire alle attività del quartiere. Danilo Proietti, Presidente del CDQ, specifica che “non richiediamo questo spazio come sede per il nostro Comitato, tanto meno per esser utilizzato solo dai giovani della zona”.

Le aule inutilizzate del Centro Anziani, infatti, verrebbero messe a disposizione della comunità intera, sia per i ragazzi che per gli anziani. “Abbiamo già raccolto adesioni per i corsi di inglese, di teatro e di yoga – continua a spiegarci Proietti – e tale spazio potrebbe esser utilizzato anche per le raccolte firme e per ospitare assemblee pubbliche”.

Nonostante la richiesta sia più che legittima e condivisibile, i responsabili del Centro Anziani, durante il sopralluogo della Commissione, si sono dimostrati nettamente contrari all’idea di lasciare le aule del piano inferiore, attualmente inutilizzate, alle attività del quartiere. “Durante l’incontro ho fatto mettere a verbale che il Centro Anziani affitta le sale ad 80 euro per feste private – spiega Proietti – una somma che non può esser considerata una semplice donazione al centro o un rimborso spese per le pulizie”.

È già da tempo, inoltre, che il Centro Anziani è sempre meno frequentato dai suoi iscritti, alcuni dei quali lamentano anche una mancanza di comunicazione: è venuto ad accadere, infatti, che non tutti vengono a conoscenza delle attività e degli incontri svolti all’interno della struttura. I Consiglieri municipali, dunque, hanno consigliato al Comitato di inviare una nuova lettera nella quale viene richiesto l’utilizzo di una sala per 3 o 4 giorni a settimana.

Corcolle, all’estrema periferia est di Roma, non può ancora usufruire di uno spazio pubblico aperto alla comunità: che senso ha tenere inutilizzata una parte dell’unica struttura comunale? Gli abitanti, attendono risposte.

Lucrezia La Gatta

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/corcolle-il-comitato-chiede-uno-spazio-aperto-alla-comunita/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.