«

»

Stampa Articolo

Corcolle, cosa nasconde il terreno?

TerrenoCorcolle1Sono state pubblicate online le foto di un terreno limitrofo alla zona abitata, risalenti al 1974, mentre dei fumi densi ed acri fuoriuscivano dal suolo. Il proprietario dell’area, Manlio Cerroni, è attualmente agli arresti domiciliari a seguito di uno scandalo sulla gestione dei rifiuti romani.

Scongiurata la minaccia di una discarica nel 2012, ad oggi gli abitanti di Corcolle non possono ritenersi “tranquilli”: Paese Sera ha riportato sul proprio sito alcune foto risalenti agli anni ’70 del terreno sito lungo via di Lunghezzina, all’altezza dell’A24, da cui provenivano fumi e forti odori. “Una volta erano solo delle voci di quartiere – ci spiega Danilo Proietti, Presidente del Comitato di Quartiere “Giardini di Corcolle – ora, però, abbiamo delle prove concrete su ciò che avveniva quarant’anni fa su questi terreni”.

Non stiamo parlando dell’area su cui attualmente sorgono le abitazioni, ma di un lotto locato al lato opposto di via di Lunghezzina, terreno che ad oggi sembrerebbe incolto. “Per ora non abbiamo certezze. C’è chi parla di sversamenti tossici e chi di concime o compost. Come Comitato abbiamo intenzione di procedere con delle analisi per verificare se il terreno e le falde acquifere sono state realmente contaminate. È una situazione delicata, tutt’altro che facile”, continua a spiegarci Proietti. Come se non bastasse, il proprietario del lotto non è nient’altro che Manlio Cerroni, il “re dell’immondizia” romana e proprietario di Malagrotta, attualmente agli arresti domiciliari con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata al traffico di rifiuti e truffa.

Le foto, intanto, fanno il giro dei vari siti e gruppi Facebook dei quartieri limitrofi ed arrivano notizie tutt’altro che rassicuranti: c’è chi giurerebbe di aver visto situazioni analoghe anche nelle zone  di Ponte di Nona e Villaggio Prenestino.

Lucrezia La Gatta

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/corcolle-cosa-nasconde-il-terreno/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.