«

»

Stampa Articolo

Commissione Salone, assenti i rom e le cooperative

campo nomadi salone (2)Concrete le proposte dei comitati di istituire un presidio di polizia. Il Dott. Bracci, Comandante dei vigili del VI gruppo, propone il dimezzamento del campo, mentre i consiglieri Mattei e Mammì puntano allo smantellamento.
La questione del villaggio attrezzato di Salone è di nuovo argomento di discussione nella Commissione Sociale giovedì 31 ottobre. Un tavolo per  discutere intorno a qualche proposta concreta per risolvere la questione dei fumi tossici e del lancio dei sassi contro le auto in transito, la nuova piaga di via di Salone.
Tra i presenti, oltre a Veronica Mammì (M5S), Maurizio Mattei (Lista Civica Marino) e Daniele Grasso (Pd) della Commissione, i comitati di quartiere Ponte di Nona e Colle degli Abeti, rispettivamente con Chiara del Guerra e Federico Verdicchio. Presente anche il Comandante Bracci, del VI Gruppo della Polizia Municipale. Assenti giustificati le cooperative e i rappresentanti degli abitanti del campo di Salone che qualcuno, un po’ smemorato, ha dimenticato di contattare. E pensare che l’incontro era stato organizzato appunto per loro!
Tra le varie discussioni tra i partecipanti, e il Presidente della Commissione Grasso, che spesso si dimentica di far parlare la consigliera Mammì che chiede invano la parola, emerge il punto cruciale, sottolineato anche dal Comandante Bracci: il campo va dimezzato, il sovraffollamento, figlio delle politiche degli sgomberi voluta dall’ex sindaco Gianni Alemanno, rende ancora più difficile la gestione. Si tratta sempre di un intervento a medio – lungo termine.  Domanda infatti Verdicchio: “Dove sarebbe mai possibile trasferire gli altri. Magari in altri centri satellite dispersi nel territorio?”. Realizzabile in tempi più brevi la richiesta avanzata dai comitati di quartieri: sta partendo una raccolta firme per chiedere il reinserimento di un presidio di polizia all’ingresso del campo. La stessa cosa, del resto, che avevano invocato i rom. Saranno comunque da valutare i costi di una simile operazione!  C’è poi la proposta di Grasso di creare un mercatino settimanale per i rom “tanto per eliminare l’alibi del mancato reddito che giustifica le azioni illecite” sottolinea Grasso. Come se un banchetto ogni sette giorni riuscisse a dare da vivere a famiglie di 7-10 persone! Grasso, in piena forma, continua a tenere banco dando facili soluzioni a problemi più che complessi. Per il fenomeno dei fumi tossici esiste una formula magica: denunciare i responsabili. Fosse semplice: forse nella sua visita al campo non ha visto la paura negli occhi di chi vive fianco a fianco con queste persone e teme che anche il proprio container  possa essere dato alle fiamme.
Facile fare gli eroi quando è in gioco la vita degli altri! Ci sono poi le proposte a lungo termine, avanzate da Mattei e Mammì, quando finalmente riesce a prendere la parola: ”La gestione dei campi al netto degli extra costa ben 20 milioni di euro l’anno – ricorda Mammì – con i soldi risparmiati si potrebbe partire con un progetto per eliminare totalmente i campi, come prevedono le norme della Comunità europea”. Prosegue Mattei: ”L’acquisto di case, sparse su l’intero territorio del Comune di Roma, eviterebbe la formazione di quartieri ghetto, aiuterebbe l’integrazione e farebbe risparmiare non poco alle casse del Comune”. Ma questo discorso andava affrontato con la cooperativa, che conosce davvero la realtà del campo, e i rom, per capire se sono davvero pronti da un simile passo e quale siano, al contrario, le loro di proposte. Peccato che nessuno li abbia invitati.
Jessica Santini

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/commissione-salone-assenti-i-rom-e-le-cooperative/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.