«

»

Stampa Articolo

Colle Monfortani. Il consorzio incontra la cittadinanza

20160223_173242Il 23 febbraio presso la sede di via Cannaroli il consorzio ha organizzato l’assemblea con i soci. Un clima tesissimo, tra liti e accuse, in particolare da parte dei membri del comitato di quartiere.

Un clima da resa dei conti quello in cui si è svolta l’assemblea del Consorzio Colle Monfortani. Un’assemblea convocata in seguito ad una serie di rimpalli da parte del Municipio che non ha concesso l’Aula Municipale dopo numerose richieste da parte della Presidente Rita De Angelis. Stranamente, dopo il diniego di concedere la sala consiliare, viene convocato un consiglio per discutere un ordine del giorno “Criticità di Colle Monfortani”, una “marchetta elettorale” che rientra nei ‘saldi di fine stagione’ di questa Amministrazione. L’ordine del giorno è fatto di istanze già da tempo superate, una fra tutte quella del parco ‘di sotto’, già consegnato all’Amministrazione Comunale. A guidare la folla di cittadini presenti il solito comitato di quartiere al grido: “A Colle Monfortani torna la legalità”. Come a dire che il Consorzio abbia commesso atti illegali. Un ordine del giorno coadiuvato dall’ignoranza in materia da parte dei consiglieri, primi fra tutti i 5 Stelle che partecipano entusiasti al siparietto messo in piedi dai cittadini in collaborazione con la maggioranza municipale.

L’Assemblea del Consorzio viene convocata il 23 febbraio presso la sede in via Cannaroli. Ad aprire i lavori la Presidente Rita De Angelis che viene immediatamente fermata da un socio che chiede di mettere tra i punti all’ordine del giorno la sfiducia a tutto il direttivo: richiesta firmata da 90 consorziati e consegnata a mano in quella sede. La Presidente spiega che è necessario rispettare l’ordine della convocazione. Iniziano le prime polemiche. Poi si comincia a discutere del bilancio. I rappresentanti del consorzio illustrano le entrate e le uscite. Si passa alla votazione con 6 voti favorevoli, 0 contrari e 32 astenuti. Rita De Angelis propone di riconvocare l’assemblea entro marzo 2016 quando verranno consegnati ad ogni socio le copie dei pagamenti e gli estratti conti bancari. Si passa al secondo punto all’ordine del giorno: la viabilità di via Romolo Vaselli. Carlini, vicepresidente del Comitato di Quartiere delegato da un socio a rappresentarlo nell’assemblea, si scaglia contro l’ex presidente Franco Boccia: “Il consorzio ha offerto soldi per il passaggio della strada (via Pomigliano d’Arco) a titolo personale”. Il clima si scalda quando si parla del ‘parco di sotto’. La De Angelis spiega che i lavori sono terminati e l’area è stata consegnata al Dipartimento, che a novembre l’ ha consegnato all’ufficio giardini. “Noi non volevamo spendere questi soldi, il parco sta dentro a una marana”. La Presidente prontamente spiega che la destinazione dell’area non è decisa dal Consorzio bensì dal Piano Regolatore.  Si aggiunge Boccia che ricorda l’assemblea del 2007 in cui l’opera fu votata. Si passa a parlare del polifunzionale. “C’è stata una conferenza dei servizi l’8 settembre – spiega la Presidente – in cui vari enti hanno dato il loro parere favorevole”. Ancora Carlini contro Boccia: “Hai un conto corrente degli interessi  intestato a te di 36mila Euro dato da Luciano Bucheri”. La De Angelis si impegna a fare luce sul caso. Si passa poi a parlare della sfiducia del direttivo e si decide di riconvocare per l’assemblea entro 15 giorni. In attesa dell’ennesimo match, è davvero triste constatare quanto la politica possa strumentalizzare e costruire a tavolino personaggi utili alle sue cause personali ma disastrosi per la collettività. Federica Graziani

 

 

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/colle-monfortani-il-consorzio-incontra-la-cittadinanza/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.