«

»

Stampa Articolo

Che fine ha fatto la Caserma di Ponte di Nona?

PonteDiNona_CasermaLo stabile di via Don Primo Mazzolari sarebbe dovuto diventare una Caserma dei Carabinieri già alla fine degli anni ’90. Oggi, però, la struttura risulta inutilizzata se non per gestire una centrale Telecom. In Comune, intanto, approvano una mozione per un presidio di Forze dell’Ordine nel quadrante.

Un grande edificio arancione, rovinato dai segni del tempo, si affaccia sul plesso scolastico di via Don Primo Mazzolari a Ponte di Nona. Circondato da un recinto, non ci sono cartelloni o targhe che indichino quale attività venga svolta al suo interno. L’unico indizio è una grande antenna posta sul retro, utilizzata dalla Società Telecom Italia/Tim: ad oggi, infatti, il palazzo ospita una centrale telefonica. Eppure, meno di dieci anni fa, lo stesso edificio avrebbe dovuto accogliere una caserma dei Carabinieri per servire tutte le zone del quadrante che affacciano su via Prenestina. Lo ricordano bene i residenti ed i membri delle Forze dell’Ordine stessi, molti dei quali hanno preso casa nei paraggi proprio per la vicinanza con la Caserma. Negli anni ’98-99, quello che era il Comitato di Quartiere di Ponte di Nona vecchia si era occupato di organizzare una raccolta firme per incitare l’allora Presidente del Municipio, Giuseppe Celli, a far aprire il presidio delle FF.OO. Nonostante le 600 firme raccolte, nessuna caserma è mai stata attivata all’interno dell’edificio. Una volta contattato Celli, ci fa sapere di non ricordare quali esatte ragioni non ne hanno permesso l’insediamento ma che, trattandosi del periodo in cui il Piano Regolatore era in fase di elaborazione, nessuna richiesta poteva darsi per certa.

La mozione in Campidoglio

Durante il Consiglio comunale del 19 giugno il Consigliere Tredicine (Forza Italia) ha presentato una mozione per la sicurezza nel versante prenestino. Scritta con l’aiuto del Consigliere municipale Daniele Pinti, dello stesso partito, l’atto mette in luce la necessità di attivare al più presto una caserma nel quartiere di Castelverde per coprire le zone limitrofe. Contattato, Pinti ci spiega che “la mozione stava per essere presentata sia da Tredicine che da Nanni (PD) così, prima dell’inizio dell’Assemblea, hanno deciso di presentarne una insieme, ed è stata votata all’unanimità”.

La maggioranza, a questo punto, dovrebbe capire perché mai la struttura di via Don Primo Mazzolari non sia mai stata utilizzata e, magari, inserirla nel progetto sulla sicurezza.

Lucrezia La Gatta

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/che-fine-ha-fatto-la-caserma-di-ponte-di-nona/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.