«

»

Stampa Articolo

Centocelle, il Parco che r-esiste

resti fuoco e boiler roma vintageDiramata una nota congiunta a firma di gruppi e associazioni.

Il Parco archeologico di Centocelle continua ad essere un sorvegliato speciale. Questa non è una novità: infatti, dalla sua istituzione ad oggi ha attirato le attenzioni di associazioni e gruppi che in vario modo e a vario titolo si sono occupati della sua salvaguardianel vuoto istituzionale che ne ha caratterizzato la vita. Oltre ad un concorso di idee ed alla realizzazione di un unico stralcio dello stesso, il Comune di Roma non ha mai dimostrato uno spiccato interesse per l’imponente area verde, nonostante le pressioni che a più riprese sono state esercitate dai tre municipi che la circondano.

La vera novità sta nella comunità che sta crescendo intorno all’interesse sociale e collettivo sul Parco.Una complessa nota indirizzata ai principali referenti istituzionali locali e nazionali è stata recentemente inviata congiuntamente daWWF Pigneto Prenestino, Legambiente – Circolo Città Futura, Federtrek, Italia Nostra – Sezione di Roma, Osservatorio Casilino, CdQCentocelle storica, CdQTorrespaccata, 100 E A CAPO, Ass. per l’Ecomuseo Casilino AD DUAS LAUROS, CdQTorpignattara eAss. culturale ICT AD DUAS LAUROS.

I destinatari a cui è stata recapitata sono il Sindaco della Città di Roma e i dirigenti dei dipartimenti competenti, i presidenti dei Municipi, gli uffici competenti del Ministero dei Beni culturali e archeologici, la Soprintendenza.

A più riprese i firmatari del documento si erano espressi sullo stato degradato dell’area, sulla necessità di una bonifica e di un servizio di vigilanza costante che mettesse in sicurezza i 120 ettari di area verde e le due ville romane che gli sono valse il riconoscimento di area archeologica. Nel documento sono stati ricordati, inoltre, i definanziamenti del 2009 per un ammontare totale di circa quattro milioni di euro, gli incendi ed, infine, la chiusura incomprensibile dell’unico ingresso al Parco perchè non garantirebbe le “sufficienti garanzie di sicurezzasia del traffico veicolare che del traffico pedonale, visto che si trova a ridosso della intersezione stradale Via Casilina – Viale della Primavera”.

“E’ inaccettabile – si legge nel documento – che in un Parco di valenza internazionale, nel quale sono presentiimportanti ritrovamenti archeologici e valori naturalistici e che è stato oggetto di un Concorsointernazionale per la sua progettazione, versi in un profondo stato di degrado e abbandono”.

Le richieste sono quelle che le comunità e le associazioni che lavorano per la salvaguardia del Parco avanzano con insistenza da anni separatamente e che ora, unendo le forze e le voci, sperano possano essere finalmente ascoltate ed esaudite: “che si apra un tavolo di lavoro presso l’Assessorato all’Ambiente del Comune di Romatra i diversi soggetti che hanno responsabilità sull’area affinché si punti al rilancio e alla riqualificazione di questa fondamentale area verde di Roma e unavalorizzazione delle aree archeologiche e delle ricchezze naturalistiche che insistono al suointerno; che si avvii seriamente e con sollecitudine lo spostamento degli autodemolitori che sonopresenti in viale Palmiro Togliatti e di tutte le attività incompatibili con il Parco, abbattendo tutte le opere abusive che sono natein questi anni; che, oltre a garantire la fruibilità del primo stralcio di Parco già realizzato, vengacompletata la realizzazione dell’intero Parco Archeologico fino ad interessare anche le aree oggi ancora diproprietà privata”.

La comunità che va plasmandosi, la abbondanza di iniziative che si susseguono, la catalizzazione dell’attenzione sull’area che potrebbe cambiare la fisionomia della periferia a sud di Roma, è già una poderosa onda che va formandosi al largo. Ora tocca alla politica cavalcarla. Emanuela Martelluzzi

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/centocelle-il-parco-che-r-esiste/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.